01/gen/2011

Cosa fare per Denunciare un Avvocato?

Riportiamo quest'informazione dal Sito di

http://www.denunceitaliane.it/

e ringraziamo Fabio del Toro per averla postata.

- -
Come fare per Denunciare un Avvocato o dei Magistrati?

post originale:
http://www.denunceitaliane.it/forum/abuso-di-potere-/21-vade-mecum-per-denunciare-un-avvocato.html#21

- - -
2011-01-01 15:32:17 di Fabio del Toro.

Vade-mècum, per Denunciare un Avvocato.


Ho letto in questo sito, e anche su tanti altri, ripetute lamentele di cittadini “ stritolati “ dal tritacarne giudiziario nel combinato disposto di:
1) avvocati incapaci e disonesti
2) magistrati ignoranti e corrotti e spesso vagabondi, ( LAVORANO PER UN NUMERO DI 4,2 ORE AL GIORNO la statistica è ufficiale, i dettagli sul Vade-mècum per denunciare un magistrato a breve pubblicazione )
3) sistema giudiziario inefficiente, che si trascina nella sua lentezza e nella sua inarrestabile produzione di errori e iniquità fra coloro che possono pagare ed ottengono favori e servizi ( oltre che sentenze favorevoli ) e coloro che invece non avendo i mezzi, la ingiustizia la subiscono prima del processo, durante e dopo il processo.


L’Italia è sempre fra gli Stati più condannati dalla Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo per violazioni della Convenzione europea sui diritti umani e in particolare dell’art. 6, che impone agli Stati di garantire una durata ragionevole dei processi. Il 37 per cento di tutte le sentenze di condanna da parte della Corte per inefficienza della giustizia è a carico dell’Italia.
Nel 2008 la Corte emette 82 sentenze contro l’Italia (più che per qualsiasi altro Stato dell’Europa occidentale), delle quale 51 per la lentezza dei processi.
Al 31 dicembre 2008 pendono presso la Corte 4.200 casi riguardanti l’Italia, cioè il 4,3 per cento del totale (solo Russia, Turchia, Romania e Ucraina ne avevano un numero maggiore). Di tali casi, 2.600 sono per la durata eccessiva dei processi, materia per la quale l’Italia ha riportato 999 condanne negli ultimi dieci anni. In tale periodo (1° novembre 1998 – 31 dicembre 2008), la Corte dichiara ammissibili 1.744 casi riguardanti l’Italia – un numero inferiore solo a quello dei casi riguardanti la Turchia.
L’Italia è inoltre lo Stato con il maggior numero di sentenze di condanna della Corte europea di Strasburgo non eseguite sul piano interno: 2.467 su un totale di 3.544 casi pendenti dinanzi al Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa.


Per dare un contributo attraverso la mia personale esperienza, ed avendo denunciato e querelato sia un avvocato che magistrati, voglio portare il mio bagaglio di conoscenza alla attenzione di tutti i lettori in modo che ne possano fare tesoro e possono attraverso la lettura dei miei consigli ottenere un po' più di giustizia, di quella che otterrebbero senza le mie due guide: quella di come si denuncia un avvocato e quella di come si denuncia un magistrato.

Dal punto di vista della legge, un avvocato è come qualunque altro cittadino e se denunciato, subirà un processo qualora i fatti descritti nella denuncia avranno una rilevanza penale.

Esiste però un Codice Deontologico, http://www.privacy.it/codeoncnf.html

che ogni ordine degli avvocati pubblica sul loro sito e riguarda quelle regole che impongono un certo comportamento e che servono ad armonizzare i rapporti fra avvocati e clienti, fra avvocati e testimoni, e anche fra avvocati e avvocati oltre che, fra avvocati e magistrati.

Troppo spesso la gente confonde le violazioni al Codice Deontologico con quelle al Codice Penale e invece questa è la prima distinzione da fare.

Se nascono dei dissidi fra avvocato e cliente, questi vanno riportati quasi sempre alle norme del codice deontologico ed il cliente dovrà far valere quello invece che tentare spesso inutili denunce penali che non risolverebbero il caso.

Io per esempio ho intrapreso sia la denuncia penale nei confronti di un avvocato e sia la denuncia all'Ordine degli avvocati di appartenenza.

Non si trattava di un avvocato che assisteva me, ma di avvocati che usavano la testimonianza di un loro collega per farmi condannare.

Dunque, nel mio caso le supposte violazioni erano:

1) al codice penale per FALSA TESTIMONIANZA all'art. 372 c.p.p
2) al codice deontologico per violazione dell'art 52 che prevede che gli avvocati non possono mettersi d'accordo con un testimone per avere da lui deposizioni compiacenti.

Nel mio caso, essendo il testimone avvocato, parte dello studio che mi faceva causa, la
“ compiacenza “ era palese visto che in tutti i casi in cui gli avvocati fanno quattro chiacchiere con i testimoni e si mettono un pochettino d'accordo sulle domande che faranno.... queste quattro chiacchiere, nessuno sa che vengono fatte, e la compiacenza non è certamente riscontrabile, ma nel mio caso, il tizio che era seduto a dare le risposte era un collega di studio del tizio che gli faceva le domande e dunque, che si fossero messi d'accordo fra domanda e risposta è assolutamente certo ( con quale spontaneità risponde un testimone che è seduto su quella sedia per il fatto che ha eseguito una MISSIONE per conto dello studio che lo paga ???? ) questo io lo definisco killeraggio legale.

Comunque, per esperienza mia, queste vicende sono troppo sul filo del rasoio della interpretazione del singolo magistrato e vale troppo la discrezionalità del Pubblico Ministero che se decide di archiviare, archivia e basta e il cittadino che denuncia il reato ( falsa testimonianza ) non riceve alcun ristoro di giustizia.

Anche le procedure dell'ordine degli avvocati però sono molto di manica larga e difficilmente vanno a condannare un loro iscritto collega.

Gli ordini professionali sono decisamente corporativi e tesi alla autoconservazione della casta, essi tenteranno in tutti i modi di assolvere disciplinarmente il loro iscritto ed eviteranno di sanzionarlo per non infangare l'intera categoria.


Io ho avuto a che fare con un avvocato che lavorava in uno studio legale di Milano e che è venuto in Toscana, nella città dove lavoravo a fare una indagine per il suo studio di appartenenza e poi ha direttamente partecipato alla causa civile, non come avvocato ma come testimone ( era l'unico tra l'altro)
Ha redatto delle denunce e ha dichiarato delle cose che erano l'esatto contrario di quello che dichiaravano i miei testimoni che conoscevano i fatti del processo, vivendo nella mia città da sempre e frequentavano i luogi oggetto della deposizione, per libera scelta e da lungo tempo

Al processo, undici persone dicevano delle cose, lui, l'avvocato-testimone su commissione ne diceva altre, e i giudici hanno creduto a uno contro undici.

Questo strano fenomeno antiscientifico passa sotto il nome di LIBEO CONVINCIMENTO e cioè, un Giudice ha tutta la libertà di credere ad un unico soggetto con evidenti interessi nella causa e che viene a testimoniare su esplicito mandato lavorativo invece di credere a undici soggetti che hanno conosciuto i fatti spontaneamente, per anni ed anni e non ricevono alcun compenso per quello che dichiarano durante la deposizione, nel mio caso, quell'avvocato è stato poi assunto e diventato uno dei partners dello studio tanto che quando è uscita la sentenza lui ha potuto festeggiare la vittoria, non come avvocato che la patrocinava ma come avvovato che la vinceva quale testimone ( unico ) nella causa.

Quando ho provato a denunciarlo sia dal punto di vista penale che da quello deontologico, il suo studio di appartenenza ha messo in ballo tutta la forza che aveva per proteggerlo, facendo pressioni sulle procure e sull'ordine degli avvocati e tutti i fascicoli sono stati chiusi con un timbro di archiviazione

Per farvi capire poi, l'assurdo della cosa e come il destino si sia messo a giocare con noi, è accaduto questo:

Ho portato in Procura la mia denuncia e tutto è stato archiviato.

Siccome nella mia denuncia ( che ho firmato da solo ma che ho scritto con l'aiuto di un amico avvocato ) avevo fatto richiamo fine all'articolo 408 del C.p.p

http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-penale/libro-quinto/titolo-viii/art408.html

che prevede che io debba venire informato del fatto SE la mia denuncia viene presa in considerazione o archiviata.

(Questo richiamo è importantissimo ! Altrimenti accadrebbe che archiviano senza farvi sapere nulla!! statene certi)

Quando ricevetti la comunicazione di archiviazione presentai opposizione alla archiviazione
http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-penale/libro-quinto/titolo-viii/art410.html
che infatti è prevista nella ipotesi in cui ti rendi conto che chi doveva svolgere indagini non lo ha fatto oppure, le ha svolte ma non ha capito molto.

Quindi, negli otto giorni a disposizione, prendo visione del fascicolo ( quattro fogliettini da nulla dove quel procuratore va a vedere giusto dove è nato il tizio avvocato che denunciavo ) e poi chiude immediatamente il caso.... allora, sempre secondo legge, noi aggiungiamo argomenti ( per chiedere una ulteriore indagine si deve assolutamente aggiungere altrimenti bocciano di sicuro ) e con questi nuovi argomenti chiedo che le indagini continuino e si proceda per la incriminazione che porti al processo.

Purtroppo anche il secondo giudice che doveva approfondire il ( quasi inesistente ) lavoro del primo chiude il caso con questa motivazione:

La opposizione alla archiviazione viene respinta perchè colui che ha chiesto la prosecuzione delle indagini ( che sarei io ) non poteva farlo visto che il reato di falsa testimonianza è un reato che offende principalmente la amministrazione della giustizia ( il Tribunale diciamo... ) e dunque il soggetto che avrebbe il diritto/dovere di fare quella richiesta è proprio colui che di fatto la respinge, insomma: se l'opposizione alla archiviazione non se la chiede lui da solo, non la possono chiedere altri e con questa finissima risposta mi hanno chiuso anche questa porta in faccia.

Ma dalla copia di tutti questi fascicoli sono però uscite delle informazioni oltremodo paradossali:

L'avvocato/testimone che avevo denunciato e querelato, e a cui mi ero opposto alla prima archiviazione, nel frattempo cominciava ad avere, come si dice dalle nostre parti: IL CULO STRETTO, e si era subito premunito di incaricare uno dei migliori penalisti del foro di Milano, un vero Principe del Foro: Libero Corso Bovio, che aveva fra i suoi clienti gente come:

Marcello Dell’Utri, pupillo dell’Opus Dei, che nonostante le condanne definitive e non, per false fatture e frode fiscale, tentata estorsione, concorso esterno in associazione mafiosa, siede rieletto in Senato;
Stefano Ricucci, uno dei furbetti del quarterino;
l’ex ministro della Sanità Girolamo Sirchia;
gli attori interessati alla scalata dell’Antonveneta;
la Impregilo... uno dei colossi Fiat per le costruzioni, legalmente appartenente a Piergiorgio e Paolo Romiti.
Aveva assistito molte case editrici quali la Rcs, Sole 24 Ore, la Società San Paolo ed altre.

Dunque, il neolaureato, avvocatino di Milano che per compiacere lo studio legale dove faceva praticantato, si presta alla marchetta fuori orario di una testimonianza in trasferta e dunque far vincere la causa ai colleghi ma si ritrova un paio di denunce penali subito ad inizio carriera, viene subito assistito da un pezzo da 90 che prontamente lo spalleggerebbe se il processo contro di lui dovesse nascere......... e che cosa succede poi?

Corso Bovio si sparerà in bocca successivamente per motivi a tutti sconosciuti ma di cui tanto hanno parlato i giornali, ricordandolo però per delle frasi molto famose fra cui:


Come si capisce se un avvocato dice bugie? Basta vedere se muove le labbra”. Io dico che gli avvocati hanno un debito di verità. Se presentano un testimone poco credibile non ci guadagnano. È nell’interesse del cliente raccontare sempre la verità. E dunque dico: quando un giornalista è corretto? Quando rende un buon servizio informativo al suo cliente, il lettore. Ma il sistema deontologico dei giornalisti è forse troppo autoreferenziale. Forse siamo poco aperti al pubblico, che invece deve poter segnalare e intervenire per verificare la qualità del prodotto. Una sfida simpatica per i mezzi di informazione potrebbe essere sottoporsi al controllo dei lettori, non per castigare questo o quel giornalista, ma per dare un bollino blu di qualità all’informazione. L’etica del giornalismo, la morale del giornalista, devono aprirsi alla costante verifica del pubblico".


Dunque, per tirere le somme sulla vicenda:

Un grosso studio legale di Milano, prende un ragazzo neolaureato in legge e gli fa fare la parte del testimone GIUDA in un processo in provincia.... la controparte ( che sarei IO ) si incazza come una biscia e denuncia l'avvocatino di primo pelo che però viene subito assolto dalla Procura.

Il sottoscritto però fa opposizione e cerca di mandare avanti le indagini, allora l'avvocatino capisce che ha pestato la merda sbagliata e si prende il top dei top dei penalisti milanesi che dice appunto che nei processi si dovrebbe portare TESTIMONI CREDIBILI, ma allo stesso tempo si presta per difendere un testimone incredibile che depone su commissione.

Quello che succede successivamente nella testa del difensore del testimone che ho denunciato nessuno può saperlo e nessuno lo ha saputo visto che si tolse la vita sparandosi in bocca.
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200707articoli/23511girata.asp

ci sono però due correnti di pensiero:

1) quelli che descrivono inspiegabile il gesto e che lo collocano fuori dal lavoro e dai processi che seguiva l'avvocato e
2) quelli che invece lo ricollegano alla causa di corruzione giudiziaria che stava seguendo il giorno del suicidio, al tribunale di Prato

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2003/10/07/viscomi-ammette-la-mazzetta-cosi-detti-il.html

dove un giudice avrebbe intascato fra i 40 e i 50 milioni di lire per aggiustare un fallimento.


Questo è l'allegro contesto in cui si svolgono i processi con avvocati che pur di avere un testimone mandano un ragazzino a fare il Giuda in trasferta e poi gli forniscono il top dell'assistenza legale quando la vicenda rischia di degenerare in un processo penale contro il testimone.

L'avvocato che doveva difenderlo è coinvolto in un processo dove un giudice intasca grosse mazzette e quello stesso giorno, al ritorno dal Tribunale di Prato si toglie la vita.

Non è film, non è un racconto di fantasia

ma si tratta della Reale Ricostruzione di Ordinaria Ingiustizia dei Tribunali italiani,

che sono la trascrizione di fatti realmente accaduti, di cui faccio fedele relazione.

PS: Segue a breve una guida su come denunciare un magistrato.

Fabio del Toro -
- - - -

Aggiornamento 26-02-2011:

Pubblichiamo, dal sito di SiamoTuttiGiornalisti.org
http://www.siamotuttigiornalisti.org/it/content/vademecum-proteggersi-dagli-avvocati-disonesti

un estratto in più, dello stesso articolo.

Denunce In Rete.
- - - - - - - - - - - - -
(continuazione e/o compendio, del primo articolo)
"Una volta scritta la denuncia ( o l'esposto, se si vuole usare più prudenza, e questa scelta la si fa in base a quante prove oggettive si possiede ), ci si reca di persona, presso gli uffici della Procura, dove qualche impiegato, leggerà un vostro documento di identità e ritirerà la vostra dichiarazione autografata.
Nella pratica, una “notizia di reato” la si potrebbe depositare presso qualunque corpo di polizia, quindi si potrebbe andare dai Carabinieri, dalla G.d.F. eccetera, ma siccome questi poi la trasmettono alla Procura da dove poi inizia veramente la cosa, tanto vale consegnarla direttamente li, dove deve arrivare.
Essendo, queste vicende, sul filo del rasoio della interpretazione del singolo magistrato, la discrezionalità del Pubblico Ministero è il primo importantissimo scalino da superare e sarà lui che decide se archiviare, o proseguire con le indagini che sono i 408 e 410 del C.p.p
Anche le procedure dell'ordine degli avvocati però sono molto di manica larga e difficilmente vanno a condannare un loro iscritto collega.
Gli ordini professionali sono decisamente corporativi e tesi alla autoconservazione della casta, essi tenteranno in tutti i modi di assolvere disciplinarmente il loro iscritto ed eviteranno di sanzionarlo per non infangare l'intera categoria.
La Procura, nei suoi tempi di smaltimento delle pratiche, in base alla sua congestione di lavoro, prenderà in esame la cosa e vi manderà una lettera dove vi comunica l'esito della faccenda ( se avrete messo nel finale il famoso 408 ).
http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-penale/libro-quinto/titolo-vi...
Un finale potrebbe essere all'incirca il seguente:
Chiedo di essere informato
ex artt. 408 e 410 C.P.P. sia per l’ipotesi di richiesta di archiviazione che per quella di proroga delle indagini.
Se avete un difensore lo nominate ed eleggerete presso di lui il domicilio legale, se invece fate tutto da soli allora potrete scrivere:
Non nomino difensori, e dunque delego me stesso all’esame degli atti ed all’estrazione delle copie.
Eleggo domicilio nella mia residenza di …. ( indicare la città di residenza )
Sulla questione della vostra assistenza legale, si incontra subito il primo ostacolo deontologico, infatti potrebbe facilmente accadere che il vostro avvocato, non sia disponibile ad assistervi, semplicemente perchè una delle norme del codice forense riguarda proprio la regola di “galateo fra avvocati” che li porta a non azzuffarsi fra di loro.
Dopo un tempo non bene definito, diciamo qualche mese, riceverete una comunicazione sull'esito della vostra denuncia.
Se archiviano e non avete messo il 408, di sicuro nessuno vi scrive, statene certi.
Ricevendo la comunicazione di archiviazione si può presentare opposizione alla archiviazione:
http://www.brocardi.it/codice-di-procedura-penale/libro-quinto/titolo-vi...
che infatti è prevista nella ipotesi in cui ti rendi conto che chi doveva svolgere indagini non lo ha fatto oppure, le ha svolte ma non ha capito molto.
Quindi, negli otto giorni a disposizione, si prende visione del fascicolo, si analizzano le fotocopie che dimostrano le indagini fatte e soprattutto, si legge la motivazione dell'archiviazione.
Se dalla lettura di questi documenti, dovesse emergere che il procuratore non ha svolto indagini, oppure le ha svolte ma è giunto a conclusioni sbagliate ( non ha visto il reato dove c'era ), potrete insistere chiedendo che si continui ad indagare, aggiungendo argomenti ( per chiedere una ulteriore indagine si deve assolutamente aggiungere altrimenti bocciano di sicuro ) e con questi nuovi argomenti chiederete che le indagini continuino e si proceda per la incriminazione che porti al processo.
Se anche in questo caso, la vostra denuncia viene respinta, esisterebbe una remota possibilità di presentare un' ulteriore opposizione all'archiviazione in Cassazione, che di solito avviene quando si indicano dei testimoni ed il procuratore archivia, senza neppure ascoltarli."
Autore : singsing
(presumiamo sia lo stesso, Fabio del Toro)

PDF
- - -

Aggiornamento 3/05/2011

Risposta di Fabio del Toro
dal sito di denunceitaliane.it

La questione dei clienti che non sono contenti rispetto al lavoro e dunque ai risultati ottenuti dal proprio avvocato, penso che colpisca oltre il 50% delle cause e dunque è un problemone senza soluzione.

Tutti entriamo in una lite legale con enormi aspettative e poi, i processi vanno come vanno, gli avvocati dei grandi potentati piegano la verità reale ad una nuova, spesso assurda quanto falsa VERITA' PROCESSUALE che è quella che viene appunto riscritta durante le fasi del processo.

Gli avvocati poi, come ogni altro libero professionista hanno come regola quella di non prendere incarico da un cliente se prima il cliente non è a posto e non ha saldato il professionista precedente.

Dunque, per fare un'altro esempio, supponiamo che io mi rivolgo ad un geometra, ma avendo avuto prima un'altro geomentra che secondo me non lavorava bene e non mi serviva correttamente e per questo voglio cambiarlo con uno nuovo... il nuovo geometra non inizia a servirmi fino a quando non ho risolto tutto e chiuso le pratiche con quello vecchio.

Questo in effetti serve a interrompere la catena dei morosi.

Vista dal lato dei "professionisti":

Se un cliente continua a cambiare professionista senza pagare mai, loro si ritroveranno sempre a fornire il servizio/prestazioni a turno senza mai riscuotere e dunque il cambio di professionista è ammesso solo quando si è trovata una qualche soluzione con il professionista precedente.

Nel mondo degli avvocati dunque, questo meccanismo è ancora più ferreo ed importante altrimenti si innescherebbe una reazione a catena infinita... basti pensare:

il soggetto A entra in causa con il soggetto B e incarica avvocato Rossi di assisterlo.

Il soggetto A perde malamente la causa ed accusa Rossi di non averlo servito adeguatamente e si rivolge all'avvocato Bianchi per fare appello al soggetto B e anche al precedente avvocato Rossi.... ma l'avvocato Bianchi, che si troverebbe contro sia un collega che un soggetto processuale che ha già vinto.... rischia di lavorare tanto ( due cause in pratica ) e pochissime aspettative di vincere e di riscuotere, magari il soggetto A, dopo che si arrivasse ad una conferma della cattiva sentenza di primo grado ( cosa probabile ) e dopo un insuccesso contro il collega che forse tanti errori non evaveva fatti dal punto di vista prettamente tecnico ma aveva perso per effetto dei meccanismi infernali del mondo giudiziario.... alla fine il soggetto A andrà a cercarsi un nuovo avvocato che denunci di nuovo tutti gli avvocati precedenti e dunque Verdi attacca Bianchi, che attacca Rossi e la catena diventa infinita mentre nessuno paga....

Dunque, il tutto si basa su un principio antichissimo che in latino si dice SOLVE ET REPETE che si potrebbe dire, prima paghi e poi discuti.

Anche questo purtroppo è alla base del pagamento delle tasse che spesso prima si pagano e poi eventualmente le contesti, le annulli e te le fai rimborsare.

Siccome però tutti sappiamo che le ingiustizie troppo spesso rimangon tali, allora non si vorrebbe pagare ben sapendo che non si riavranno i soldi ingiustamente spesi.

Quindi ricapitolando, l'ordine delle cose sarebbe:

1) si celebra il processo in primo grado
2) lo perdi ma hai ragione....
3) paghi il primo avvocato che magari non era in gamba ma quello avevi scelto...
4) prendi un avvocato nuovo, vinci in appello e ti fai ridare anche i soldi che hai speso con il primo avvocato e annulli la sconfitta e rientri nelle spese.

Questo percorso però è fin troppo teorico visto che le cose non vanno quasi mai così.


Fabio

- - - -

Aggiornamenti 08-02-2012

Tratti dai vostri commenti (sotto);
Grazie a tutti per le vostre risposte ed il vostro interesse.

Integriamo nel post, questi che ci appaiono più importanti e d'interesse generale.
-


Non é esatto che, se si cambia avvocato, si debba in ogni caso saldarlo prima che il nuovo avvocato accetti l'incarico, precedentemente assolto dal primo.

Infatti , é sufficiente, avendo le ragioni per farlo, spedire al primo avvocato una lettera raccomandata di risoluzione del contratto di assistenza legale , concluso a suo tempo con lui, per gravi inadempimenti nel corso del mandato espletato; fatti inadempitivi che ovviamente bisogna specificare e, in una eventuale causa, anche provare.
-


La giustizia italiana è come la borsa scrotale, più la tiri più si allarga.
(definizione di un Giudicatore).
Tutte le tesi hanno una loro relativa ragione ma,sarebbe meglio ritornare alle tavole di Mosè insieme ai 7 peccati capitali della chiesa cattolica e ci togliamo il pensiero.
Lo stato italiano gestisce il potere giudiziario, ma scariaca sul malcapitato tutti i costi da pagare agli avocatori, obbligati solo per l'imputato, altro che giustizia accusatoria avviabile solo con prove solide.
La discrezionalità del PM e del GIP valgono da sole già i 2/3 del processo (già fatto): ovvero se sei rinviato a giudizio potrai avere ragione solo in Cassazione, poichè nel frattempo dovrai alimentare il lavoro fittizio degli avocatori. La religione appare moralista, ma di fatto lo è molto meno dello stato laico con 250 mila regole che scandiscono anche come devi amare o fot.. ; peggio del sacro Corano.
Le leggi sono solo quelle della fisica, tutte le altre cosidette sono solo norme cost., codici e decreti attuativi, a validità protempore, valide finchè non rodono gli stessi legislatori, dopo si cambiano di comodo.
Ma intanto le chiamano leggi e te li fanno digerire per tali.
Questo è il parere dell'associazione Kitarid forens, per l'autodeterminazione estensiva che auspica un nuovo modus di giustiziare comprendendo sia i dannosi che i virtuosi, leggibile nello statuto in WWW.kitaridforens.blogspot.com.

Il giustiziere materano
.
http://kitaridforens.blogspot.com/
-

Per esperienza personale posso dire ciò:
quando si finisce sul banco degli imputati bisogna lasciare prima parlare del tutto l'accusa, poi una volta che l'accusa ha finito far vedere le prove al giudice dando la propria versione dei fatti, presentare tutto al giudice accusando l'accusa di associazione a deliquere, la qual cosa scatura una bomba da panico dove di sicuro il pm fara la solita domanda, COME SPIEGA TUTTI QUESTI TESTIMONI? e allora voi riponderete COME SPIEGA LEI QUESTE RICEVUTE FISCALI? dove, nel caso del nostro amico dello sfratto, avrebbe messo a tacere anche l'avvocato che, sicuramente dopo una bella OBIEZIONE, avrebbe potuto ripondergli "e le tasse pagate su queste ricevute" (tasse pagate dalla banca) come le spiega avvocato? questo per fare un esempio; quello che vi posso consigliare è fare il loro gioco, sbattendo la verita nei denti a questi farabutti fatelo di persona durante i processi non fatelo fare agli avvocati alzatevi in piedi e urlate incazzate al giudice di guardare le prove che avete alla mano; io dopo sette anni di processo con corte d'assise, sono riuscito da solo a dimostrare che l'accusa si inventava i fatti in udienza; parliamo di maltrattamenti in famiglia: tutto nato perchè ho sposato una straniera e i miei familiari non volevano 14 mesi di accusa senza alcuna DATA; SOLO L'INIZIO E LA FINE DEL PERIODO ERANO DATATI, secondo l'accusa i fatti accadevano 24 ore su 24 giorno e notte ogni minuto ogni secondo, con testimoni pagati e ben 11 tutti falsi; durante il processo la prima udienza ho presentato alcune prove, logicamente l'avv dell'accusa ha cambiato subito versione dicendo che non si trattava di quel momento, ma successivamente a quello dove ho presentato prove, e così ho lasciato parlare loro perchè potessero dare un'unica versione senza cambiare periodo, e là dove avevo prove ho incaricato il mio avvocato di fare dire, tramite domande ai falsi testimoni, fatti, che mi avrebbero accusato; ciò dove ci ha portati? che dopo l'ammissione delle mie prove, il tribunale di xxxxxx ha contro interrogato i testimoni a contro prova, mettendoli alle strette; fatto ciò, la devastata finale, con le ultime prove, portando in campo una brutta verità che ha portato alla Sentenza: ASSOLTO CON OLTRE LA PIENEZZA E HA RICONOSCIUTO A Z.M,C.D,R.C,Z.M,Z.T LA FALSA TESTIMONIANZA, LA CALUNNIA E LA PERSECUZIONE, ANCHE CONTRO L'AVV DELL'ACCUSA XXXXXXXX XXXXXX DEL FORO DI XXXXXX. (siamo stati costretti a mettere le X, per ordine del Tribunale citato in causa - Denunce in Rete).
- - - - - - - -

buon giorno, ho bisogno di un consiglio molto celere.
Il mio avvocato, che mi seguiva da nove anni in causa di separazione civile e penale, mi ha dismesso il suo mandato tre giorni fa', con una missiva a/r dove giustificava il tutto cosi': "le ricorrenti e rilevanti disparità di vedute in ordine alla condotta processuale da tenere nel procedimento in oggetto, nel rendere inconciliabile e improseguibile la mia attivita', mi costringono a dismettere,mio malgrado,-come dismetto- con effetto immediato, il mandato difensivo da Ella conferitomi....."
il tutto, ad un mese dall'udienza dove saro'l'imputata sotto esame.
ora mi domando:
1) quanto tempo ho,LEGALMENTE, per trovare un altro avvocato?
2) quanto tempo puo' prendersi il nuovo avvocato per studiare questa causa penale che va avanti da circa 4 anni e dove la parte offesa e i suoi testimoni sono stati gia' sentiti e soprattutto dove i mille "vizi di forma", usciti fuori, NON SONO mai stati dichiarati dal mio avvocato durante le udienze ? (ogni volta che le facevo notare qualche irregolarita'-es:il giudice durante un'udienza, sposta il microfono e, afferma che la parte offesa ha pienamente ragione- mi diceva che l'avrebbe fatta uscire durante la discussione finale).
3) posso in qualche modo chiamarlo in causa, denunciarlo, per avermi "MOLLATA" senza nessun preavviso, cosi' vicina (un mese e due giorni) all'udienza dove saro' protagonista?
In attesa di una risposta, sicuramente esaustiva, porgo distinti saluti
- - - - - - -

Salve, all'ordine degli avvocati di Torino difendono gli avvocati che hanno una certo nome oppure che gli sganciano dei favori. Ho avuto l'esperienza con l'avv. F.Deorsola . Un avvocato che si esprimeva con le parolacce, evitava gli appuntamenti ed addirittura non si era presentato all'udienza, è stato denunciato al 'ordine, e, come molte storie sopra, la denuncia è andata archiviata, non solo la mia, ma anche quelle di molti altri che lo hanno denunciato. Sono rari quelli veritieri, la maggioranza sono dei Figli di P....., che venderebbero pure la loro madre per quattro soldi.

mio cell. 3495947999- - - - - - - - - - - - - -

si va avanti mostrando più prove possibile, documentare il tutto. L'avv.per le accuse false e simile può essere buttato fuori dall ordine degli avvocati. Insistere e non mollare!- - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Salve..a me è successa una cosa assurda il 6 marzo muore all ospedale civico di Palermo la mia mamma...dopo un ricovero di 11 giorni in rianimazione a causa di un incidente stradale...è morta per malasanita' ma vado avanti con il mio racconto,parte la procedura interna 13 madici indagati per un errata lettura ad una tac, mi rivolgo ad un Avvocato, do a lui il mandato dove a mio avviso non si preoccupa di nulla,sono sempre io a chiamare per avere notizie e lo trovo sempre impreparato,depositano la pratica dopo sei mesi ed io loo vengo a sapere 2 mesi dopo sempre perche lo chiamo per avere notizie,mi rivolgo ad un medico legale di fuori Palermo, faccio richiesta per la cartella clinica, l'esame eutoptico, e dei cd degli esami fatti negli undici giorni di ricovero, che mi fanno pagare 300 euro a cd, dopo tutto questo proprio ieri mi chiama l avvocato civilista non il mio avv penalista e mi dice che era stato informato dal mio avvocato che la pratica è stata archiviata, sono andata su tutte le furie perchè il mio avvocato non mi ha detto che dovevo presentare querela quindi il pm ha archiviato il caso. Posso denunciare il mio avvocato per non avermi indirizzato a cio' che dovevo fare? a questo punto ho pensato che lui potesse conoscere uno dei medici indagati quindi corrotto anche lui, come mi consigliate di fare? io deve andare avanti mia madre è stata ammazzata...grazie.
Piera Traina

A meno che non si ci rivolga a un avvocato galantuomo e preparato le cause si perdono, purtroppo è vero : chi ha grana vince . Le verità processuali sono molto distanti dalla verità . In bocca al lupo .
- - - - - - -

ho denunciato 2 volte gli avvocati di una causa civile per aver falsificato i verbali di udienza sottrendo gli originali sottoscritti dal giudice, i due P.Ministeri di Roma, titolari delle indagini hanno falsificato le due denunce e le firme del denunciante sottoscritte presso il Commissariato falsificando anche le firme dell'UPG- - - - - - -

All'uscita dall' aula del tribunale l'avvocato si rivolge al suo assistito dicendogli: NON DOVREI DIRGLIELO, MA L' AVVOCATO X DELLA
CONTROPARTE MI HA DETTO DI DIRLE CHE LEI E' UN DELINQUENTE!!! :
Purtroppo non è una barzelletta ma un fatto realmente accaduto al sottoscritto!All' epoca avevo 58 anni (2005) incensurato, iscritto
nella lista come giudice popolare di corte d'Assise e di Appello,
la mia unica colpa fu quella d' aver acquistato una casa confinante con un
vicino arrogante prepotente e tiranno, che dopo averci portati
all'esaperazione per dieci mesi fummo costretti a lasciare la nostra casa con ben tre denunce sul groppone.
Fortunatamente la procura fece un ottimo lavoro ridimensionando le accuse nei miei confronti e non certo per merito del mio primo avvocato
e del secondo!
E siamo al terzo difensore! (ONESTO!!!!)
Sono trascorsi ormai nove anni e non è ancora finita, a meno che non venda la casa al vicino tiranno ad un prezzo irrisorio..........
- - - - - -

Aggiornamenti 14-06-2012

mex de vincentis ha detto...
il tribunale di nola è oggi una sezione operativa gestita dalla camorra localeche si occupa della vendita all' asta di proprietà depredate dalla camorra stessa in forma di usura... che dal valore di milioni di euri vengono vendute per quattro soldi... da queste parti la camorra ha un volto politico e amichevole
http://www.youtube.com/watch?v=DfoaCxnZjpk
Ne sono vittima... mia madre comprava soldi da un avvocato molto assecondato dal Tribunale di nola... notoriamente in contatto con la camorra locale... con sentenze assurde e palesemente ingiuste... il tribunale di Nola oggi mette la nostra casa all' asta... come il nostro tantissimi casi analoghi, basta vedere le numerose aste organizzate dal tribunale di NOLA

- - -
Link in tema: http://www.saperlo.it/guida/come-denunciare-un-avvocato-in-caso-di-inadempienza-136452/

Nel 2010, l'Italia condannata 98 volte per violazioni dei Diritti Umani...
- - - -
Post Relazionati:
Pretende Trasparenza e il suo Avvocato la Querela!!
Claudio Canavero: Giudice Corrotto..
Poliziotti e Carabinieri corrotti in tutta Italia
http://denunceinrete.blogspot.it/2011/03/poliziotti-e-carabinieri-corrotti-in.html
- - -
- - -
Quest' articolo, è presente su: http://www.denunceitaliane.it/
- - -
- - - -
- - -
---

Vi ricordiamo che la nostra mail dove mandarci le vostre segnalazioni, è la seguente:

Contatto: denunceinrete@gmail.comSCARICA IN PDF - Pdf 2.


85 commenti:

Anonimo ha detto...

Come posso allora comportarmi se un avvocato mi scrive mail che sono evidentemente demenziali "è stato lei,ma il mio cliente non ha identificato i condomini che sono andati da lui per delle richieste" però io mi sono preso una diffida.Io vorrei che questi avvocatini ci pensino prima di fare certe cose e non perchè si annunciano come avvocati tutti devono aver paura, anche se hanno ragione.

Denunce in Rete ha detto...

Dal sito di Denunceitaliane.it
- - -

Con tutta la buona volontà non si capisce bene quale sia il senso del discorso, la frase è troppo stringata e le informazioni date sono veramente troppo poche per poter dare un consiglio utile:

Chi pone una domanda, lo faccia almeno con sufficiente chiarezza per consentire a chi dovrebbe dare una risposta ( o un consiglio ) di avere gli elementi per poterlo fare.

Fabio del Toro


http://www.denunceitaliane.it/forum/abuso-di-potere-/21-vade-mecum-per-denunciare-un-avvocato.html#63

Anonimo ha detto...

Salve, vorrei avere un informazione su un tema a mio avviso molto importante: l’abuso e la mancanza di etica e deontologia da parte di un avvocato che ho intenzione di denunciare. In una causa di sfratto ritengo di aver ricevuto un grave abuso da parte dell'avvocato di parte avversa. Argomentarvi la causa sarebbe davvero molto lungo e articolato, pur tuttavia devo fornirvi un minimo di informazioni per avere un consiglio adeguato. Lo sfratto non ha ragion d'essere poichè non sono moroso, ho pagato tutto regolarmente, e la realtà dello sfratto dalla casa ha ragioni prettamente di carattere ereditario, poichè l'appartamento è di mia zia, la quale ha 96 anni, ed alcuni parenti le hanno fatto il lavaggio del cervello per far si che mi sfrattasse, con la motivazione che non ho mai pagato, poichè hanno intenzione di impossessarsi della casa, e naturalmente la mia presenza è per loro un ostacolo... Ma la cosa più sconcertante è che il loro avvocato si sia prestato a questa farsa assurda. Ma vi spiego: Dopo aver ricevuto lo sfratto per una morosità di quasi due anni (ovvero non pagavo l’affitto da due anni e già questo è assurdo perché un normale proprietario di immobile già dopo la prima mensilità non pagata darebbe lo sfratto immediatamente..), il giorno dell'udienza mi sono presentato davanti al giudice con il mio legale, mostrando tutte le ricevute dei pagamenti effettuati (per fortuna) sempre con bonifico bancario. Udite udite...l'avvocato della parte avversa ha avuto il coraggio e l'ardire, di dichiarare di fronte al giudice che le ricevute sono false e che mia zia non ha mai ricevuto quelle somme. Ha quindi chiesto che lo sfratto venisse convalidato. Io ed il mio legale siamo rimasti attoniti, ma calmi, limitandoci a mostrare la documentazione al giudice (le ricevute dei bonifici con il codice riconoscimento operazione, che possono venire controllati in ogni momento), ed abbiamo aggiunto che non era necessario credere alle nostre parole (cioè che il avevo pagato..), ma che bastava chiedere riscontro di quei pagamenti alla banca. L’avvocato della parte avversa, con arroganza ed una sicurezza che aveva dell’incredibile ha ribadito che quei documenti erano palesemente falsi, poiché a suo dire ha riferito di aver avuto mandato per lo sfratto proprio perché erano due anni che non pagavo e che la sua cliente (mia zia) dice assolutamente la verità. Ovviamente il giudice ha respinto la richiesta ed ha rinviato l'udienza.
Continua...

Anonimo ha detto...

Ho provato a pubblicare il seguito ma non me lo pubblica, forse c'è un problema mio con pc, non so. Ok, riprovo domani.

Anonimo ha detto...

...continua
Alla seconda udienza, sembra incredibile ma è vero, l’avvocato della parte avversa ha ribadito che la cliente (mia zia) non ha mai ricevuto quelle somme e che le mie ricevute erano palesemente false. Il mio avvocato con calma ed educazione gli ha fatto presente che stava dicendo cose di una gravità sconcertante e che comunque si sarebbe dovuto prendere la responsabilità di queste dichiarazioni, e che con il suo comportamento si prefigurava la volontà di lite temeraria (c’è un apposito articolo del codice civile ma non me lo ricordo, non sono un avvocato). Il giudice ovviamente ha rigettato la richiesta di convalida dello sfratto ma, visto che l’avvocato della controparte insisteva nel dire che le mie ricevute erano false ha mutato il rito in rito civile ordinario. Ora nella causa, che è in corso, sicuramente mi chiederanno la somma corrispondente a quella che loro assurdamente mio chiedevano nello sfratto, e sicuramente chiederanno o si inventeranno qualcosa per richiedere una nuova convalida di sfratto. Il mio legale è sconcertato e mi ha più volte ribadito che è la causa più assurda che gli sia capitata, e che le motivazioni della controparte non stanno né in cielo e né in terra, e che sicuramente vincerò la causa proprio perché non ci sono i presupposti per intentare nulla contro di me. Ma il punto non è questo, bensì che io intendo denunciare l’avvocato della controparte e procedere contro di lui all’ordine degli avvocati, poiché questi ha palesemente ignorato i suoi obblighi deontologici, morali e professionali, dichiarando il falso e dandomi del falsificatore, inoltre credo che in una denuncia ordinaria ci siano i presupposti per denunciarlo per diffamazione e calunnia. Fatto presente questo al mio avvocato, lui non mi è sembrato molto convinto in proposito, e si è mostrato poco incline ad un eventuale denuncia contro l’altro avvocato (proprio per le motivazioni lette sopra, in cui un avvocato è sempre poco avvezzo a denunciare un collega, per una sorta di tacita alleanza tra colleghi, o chiamiamola come vogliamo). Ora il punto è questo, se non trovo nessun avvocato disponibile ad assistermi, posso segnalare l’avvocato in questione presso l’ordine degli avvocati da solo? Posso procedere anche a denunciarlo nei normali canali giudiziari da solo? Se si, come devo procedere?
Naturalmente ho tutta la documentazione necessaria a comprovare ciò scritto sopra, compresi i verbali delle udienze in cui questo signore ha dichiarato il falso.
Questa per me è una questione di principio, poiché in una società dove la libertà e la dignità sono beni di cui tutti abbiamo diritto, non è possibile accettare che qualcuno giochi sulla tua pelle in modo così assurdo e soprattutto gratuito. Scusate la lunghezza, ma per avere una risposta esauriente era necessario che riassumessi, pur sommariamente, questa assurda vicenda. Ringrazio anticipatamente chi mi fornirà indicazioni utili a fare una cosa che non ritengo solo giusta, ma sacrosanta. Cordiali saluti,
Manuele C.

Denunce in Rete ha detto...

Ciao Manuele. Hai già provato a contattare l'Associazione "Avvocato infedele"?

a questo link:

http://www.associttadini.org/infedeli/Come%20difendersi%20dall%27avvocato%20infedele.html

grazie per la tua Testimonianza.

Se vuoi, ne facciamo un post a sè.

Denunce In Rete.

Anonimo ha detto...

Ciao, e grazie per la risposta. Ancora non ho contattato l'associazione, ma non mancherò di farlo ed anzi ti ringrazio per l'utile segnalazione. Quanto al post va bene, puoi farne un post a sè o comunque come ritieni più opportuno. Grazie ancora per l'attenzione, buona serata. Manuele

Denunce in Rete ha detto...

Caro Manuele,

Fabio del Toro ti ha risposto a questo link:

http://www.denunceitaliane.it/forum/abuso-di-potere-/21-denunciare-un-avvocato-vade-mecum.html#118

cliccalo, e leggiti lì la risposta. Preferiamo infatti non copiarla qui, sul nostro sito, perchè non capiamo ultimamente il modus operandi del gestore di quel sito, e preferiamo evitarci noie.

Spero ti sia utile; è molto esaustiva.

Ciao! ;)

lo Staff -

Denunce in Rete ha detto...

ps: più che "cliccare", devi fare "copia incolla" col mouse, sul tuo browser.. comunque, se facciamo il post, poi troverai il link anche lì, e sarà "cliccabile"..

-

Anonimo ha detto...

Grazie mille, la risposta è moolto esaustiva e chiara. Ora non mi rimane che procedere nel modo giusto e corretto per portare alla luce le disgustose malefatte di questo farabutto. Vi terrò sicuramente informati, anche se sono certo che non sarà una causa breve.

Anonimo ha detto...

Salve, io come posso denunciare delle persone che hanno imbrogliato una mia amica buttandola in uno stato di ansia e depressione e loro ora sono a piede libero e se la vivono tranquillamente!!! I SIGNORI NAZZARENA E CIRO!!!! Vorrei postare anche i loro cognomi ma poi credo che potrei passare dei guai. Guardatevi bene se incontrate una coppia con questi nomi, perchè rubano sulla pelle della povera gente che in buona fede si fida. ATTENTI A QUESTI NOMI CIRO E NAZZARENA ---- NAZZARENA E CIRO ----- CIRO E NAZZARENA ---- NAZZARENA E CIRO

Anonimo ha detto...

Io vorrei evidenziare questo mio caso veramente emblematico.
Ho assunto un avvocato per tre diversi processi, uno per lavoro, due per questioni civili, per incomprensioni tra me e l'avvocato ho chiesto di interrompere il rapporto, premetto che in un'anno e mezzo di lavoro ho dato anticipi di 19.000 euro. Mi arrivato un saldo di altri 21.000 euro, senza anche avere un'riscontro economico di queste vicende processuali. Ho inviato il mio nuovo avvocato a contrattare un saldo e stralcio della posizione, con un accordo di altri 6.000 euro, ho avuto la lettera liberatoria ho pagato tutto, dopo 6 mesi mi è arrivata una ingiunzione di pagare i restanti 14,000 euro al primo avvocato??????
L'avvocato mi tempesta di raccomandate e minaccie di azioni giudiziarie, a naso questo avvocato posso denunciarlo all'ordine degli avvocati del suo distretto????

Grazie per l'attenzione

Denunce in Rete ha detto...

Penso proprio di sì; e speriamo che abbia poi la gentilezza di mandarci anche il nome, per diffonderlo in rete e avvisare la gente. Speriamo anche, che serva a qualcosa denunciarlo.

Che il Cielo le renda Giustizia!

Denunce In Rete -

Anonimo ha detto...

salve,io un po di tempo fa abitavo in un alloggio in affitto alle prime pioggie cominciavo a trovarmi sommerso d acqua rivolgendomi a un avvocato dopo un po visto che nessuno prendeva provvedimenti mi consigliò di non pagare più l affitto morale dopo nove mi buttano fuori questo avvocato mi diceva sempre di non preoccuparmi che ci pensava lui a difendermi.in realtà non si è mai presentato in tribunale.io ho sempre il dubbio che l avvocato abbia fatto una causa al comune che mi ha buttato fuori casa io gli avevo firmato dei fogli in bianco ma non ho mai saputo niente pensate che possa fare qualcosa grazie

Denunce in Rete ha detto...

Sicuramente sì, se ha tutte le "carte in regola". Prova a contattare anche tu l'Associazione Patrocinio Infedele:

http://www.associttadini.org/infedeli/Come%20difendersi%20dall%27avvocato%20infedele.html

e facci sapere.

Ciao! ;-)

lo staff.

Anonimo ha detto...

Salve,anche io come tutti vorrei denunciare il mio avvocato per negligenza professionale.Desidero sapere come posso procedere,in attesa di una vostra risposta vi lascio la mia e-mail:missconny@live.it.Distinti saluti.

Anonimo ha detto...

Buon giorno,vorrei avere informazioni e consigli su come difendermi in un processo, in quanto l'avvocata che avevo 3 anni fa ha fatto interessi dell'altro.Dovrei trovare un altro avvocato ma sarà difficile perchè la causa me l'ha fatta l'ex proprietario(che è un avvocato, diverso da quello scelto da me).Si tratta di cessione anticipata dal contratto d'affitto.Vi lascio la mia mail chitulina71òyahoo.it.Grazie e distinti saluti

Anonimo ha detto...

buon giorno,ho bisogno di un consiglio molto celere.
Il mio avvocato,che mi segue da nove anni in causa di separazione civile e penale, ha dismesso il suo mandato tre giorni fa', con una missiva a/r dove giustificava il tutto cosi': "le ricorrenti e rilevanti disparità di vedute in ordine alla condotta processuale da tenere nel procedimento in oggetto, nel rendere inconciliabile e improseguibile la mia attivita',mi costringono a dismettere,mio malgrado,-come dismetto- con effetto immediato, il mandato difensivo da Ella conferitomi....."
il tutto ad un mese dall'udienza dove saro'l'imputata sotto esame.
ora mi domando:
1) quanto tempo ho,LEGALMENTE, per trovare un altro avvocato?
2) quanto tempo puo' prendersi il nuovo avvocato per studiare questa causa penale che va avanti da circa 4 anni e dove la parte offesa e i suoi testimoni sono stati gia' sentiti e soprattutto dove i mille vizi di forma,usciti fuori, NON SONO mai stati dichiarati dal mio avvocato durante le udienze ?(ogni volta che le facevo notare qualche irregolarita'-es:il giudice durante un'udienza, sposta il microfono e, afferma che la parte offesa ha pienamente ragione- mi diceva che l'avrebbe fatta uscire durante la discussione finale).
3)posso in qualche modo chiamarla in causa,denunciarla, per avermi "MOLLATA" senza nessun preavviso, cosi' vicina (un mese e due giorni)all'udienza dove saro'protagonista?
In attesa di una risposta, sicuramente esaustiva,porgo distinti saluti

Anonimo ha detto...

Vorrei sapere il reato commesso da un avvocato che suggerisce alla mia consorte come presentare denuncia nei miei confronti su fatti da me mai compiuti

Anonimo ha detto...

Salve, l'ordine degli avvocati di torino difendono gli avvocati che hanno una certo nome oppure che gli sganciano degli favori. Ho avuto l'esperienza con l'avv. F.Deorsola . Un avvocato che si esprimeva con le parolace, evvitava gli appuntamenti ed addirittura non si era presentato all'udienza, è stato denunciato al 'ordine, e, come molte storie sopra, la denuncia è andata archiviata, non solo la mi, ma anche di molti altri che gli hanno denunciato. Sono rari, quelli veri,la maggioranza sono dei Figli di P.....,che venderebbero pure la sua madre per quattro soldi.

3495947999

Anonimo ha detto...

..quando un avvocato dice che l'altro avvocato puo dire il falso perche fa parte della difesa... quindi poi diventa legitimo nel contesto di una causa civile sugli alimenti, per un bambino di tre anni con tre cento euro alimenti al mese su uno stipendio da 2.100 che cva giustificato, che il padre che non vive con la famiglia(sra una convivenza), ha tre case di propreta, non paga alcun affitto, ma pagando un mutuo di cinque cento euro per venti anni, per un appartamente di ventimetri quadri assegnato dal tribunale alla madre e figlio fino al compimento di diciotto anni...,avendo delle machine piùttosto costose,che vanno mantenute, e altre proprieta,vive in un altra città con la propria madre,lui,ne ha cinquanta anni,in una grande casa di doppi piani,di proprieta. Accusano la madre di non lavorare (l'occuparsi i un neonato dai primi giorni di vita fin adesso che ne ha tre, lo chiamano la "non voglia di lavorare" il tutto per diminuire ancora gli alimenti oppure per mettere di mezzo i servizi sociali per farla passare come una scquilibrata (è una ragazza giovane,laureata,di una famiglia per bene ma che abitano lontano), matta e simile per ridare indietro la casa al padre del bambino, tigliere gli alimenti e simile. Il padre del bambino si vanta sempre di avere il risultato delle udienze a suo favore, ed è succede proprio cosi. Dice di non avere paura di nessun ente pubblico perche sa come fargli dare gli risultati sempre al suo favore.

Se c'è qualcuno competente in merito è pregato di commentare in un modo professionale la situazione


cordialmente,
Angela

Anonimo ha detto...

Angela, si va avanti mostrando più prove possibile, documentare il tutto. L'avv.per le accuse false e simile può essere buttato fuori dall ordine drgli avvocati. Insistere e non mollare!

Anonimo ha detto...

buona sera..
io vorrei un consiglio.
io ho avuto un incidente grave,per negligenzia da parte del propietario del edificio dove affitavo.mi sono rivolta a un avvocato che purtroppo per mancanza di etica e deontologia non ha fatto niente ,ma anticipatamente mi ha chiesto dei soldi,e stato molto disonesto,vorrei fare una denuncia a questo fatto,vorrei sapere cosa devo fare grazie.

Piera ha detto...

Salve..a me è successa una cosa assurda il 6 marzo muore all ospedale civico di Palermo la mia mamma...dopo un ricovero di 11 giorni in rianimazione a causa di un incidente stradale...è morta per malasanita' ma vado avanti con il mio racconto,parte la procedura interna 13 madici indagati per un errata lettura ad una tac,mi rivolgo ad un Avvocato,do a lui il mandato dove a mio avviso non si preoccupa di nulla,sono sempre io a chiamare per avere notizie e lo trovo sempre impreparato,depositano la pratica dopo sei mesi ed io loo vengo a sapere 2 mesi dopo sempre perche lo chiamo per avere notizie,mi rivolgo ad un medico legale di fuori Palermo,faccio richiesta per la cartella clinica,l esame eutoptico,e dei cd degli esami fatti negli undici giorni di ricovero,che mi fanno pagare 300 euro a cd,dopo tutto questo proprio ieri mi chiama l avvocato civilista non il mio avv penalista e mi dice che era stato informato dal mio avvocato che la pratica è stata archiviata,sono andata su tutte le furie perchè il mio avvocato non mi ha detto che dovevo presentare querela quindi il pm ha archiviato il caso.posso denunciare il mio avvocato per non avermi indirizzato a cio' che dovevo fare? a questo punto ho pensato che lui potesse conoscere uno dei medici indagati quindi corrotto anche lui,come mi consigliate di fare? io deve andare avanti mia madre è stata ammazzata...grazie Piera Traina

Anonimo ha detto...

A meno che non si ci rivolga a un avvocato galantuomo e preparato le cause si perdono, purtroppo è vero : chi ha grana vince .Le verità processuali sono molto distanti dalla verità . In bocca al lupo .

Anonimo ha detto...

Un avvocato per due anni offende il mio decoro e l'onore con centinaia di fax,diretti al mio avvocato che inerme accetta tutto.
L'ho denunciato,il mio avvocato non mi vuole dare le carte del mio fascicolo per proteggerlo.
Ho denunciato anche lui all'ordine degli avvocati.

Anonimo ha detto...

ho denunciato 2 volte gli avvocati di una causa civile per aver falsificato i verbali di udienza sottrendo gli originali sottoscritti dal giudice, i due P.Ministeri di Roma, titolari delle indagini hanno falsificato le due denunce e le firme del denunciante sottoscritte presso il Commissariato falsificando anche le firme dell'UPG

Anonimo ha detto...

La giustizia italiana è come la borsa scrotale, più la tiri più si allarga.
(definizione di un Giudicatore).
Tutte le tesi hanno una loro relativa ragione ma,sarebbe meglio ritornare alle tavole di Mosè insieme ai 7 peccati capitali della chiesa cattolica e ci togliamo il pensiero.
Lo stato italiano gestisce il potere giudiziario ma scariaca sul malcapitato tutti i costi da pagare agli avocatori, obbligati solo per l'imputato, altro che giustizia accusatoria avviabile solo con prove solide.
La discrezionalità del PM e del GIP valgono da sole già i 2/3 del processo (già fatto): ovvero se sei rinviato a giudizio potrai avere ragione solo in Cassazione, poichè nel frattempo dovrai alimentare il lavoro fittizio degli avocatori. La religione appare moralista ma di fatto lo è molto meno dello stato laico con 250 mila regole che scandiscono anche come devi amare o fot, peggio del sacro Corano.
Le leggi sono solo quelle della fisica, tutte le altre cosidette sono solo norme cost., codici e decreti attuativi, a validità protempore, valide finchè non rodono gli stessi legislatori, dopo si cambiano di comodo.
Ma intanto le chiamano leggi e te li fanno digerire per tali.
Questo è il parere dell'associazione Kitarid forens per l'autodeterminazione estensiva che auspica un nuovo modus di giustiziare comprendendo sia i dannosi che i virtuosi, leggibile nello statuto in WWW.kitaridforens.blogspot.com. Il giustiziere materano.

Anonimo ha detto...

Un avvocato si puo' presentare a casa tua senza un permesso o stà violando qualcosa???????

Anonimo ha detto...

All'uscita dall' aula del tribunale l' avvocato si rivolge al suo assistito dicendogli: NON DOVREI DIRGLIELO, MA L' AVVOCATO X DELLA
CONTROPARTE MI HA DETTO DI DIRLE CHE LEI E' UN DELINQUENTE!!!:
Purtroppo non è una barzelletta ma un fatto realmente accaduto al sottoscritto!All' epoca avevo 58 anni (2005)incensurato,iscritto
nella lista come giudice popolare di corte d'Assise e di Appello,
la mia unica colpa fu quella d' aver acquistato una casa confinante con un
vicino arrogante prepotente e tiranno, che dopo averci portati
all'esaperazione per dieci mesi fummo costretti a lasciare la nostra casa con ben tre denunce sul groppone.
Fortunatamente la procura fece un ottimo lavoro ridimensionando le accuse nei miei confronti e non certo per merito del mio primo avvocato
e del secondo!
E siamo al terzo difensore! (ONESTO!!!!)
Sono trascorsi ormai nove anni e non è ancora finita, a meno che non venda la casa al vicino tiranno ad un prezzo irrisorio..........

Anonimo ha detto...

Non é esatto che, se si cambia avvocato, si debba in ogni caso saldarlo, prima che il nuovo avvocato accetti l'incarico precdentemnete assolto dal primo.
Infatti ,é sufficinete, avendo le ragioni per farlo, spedire al primo avvocato una lettera raccomandat di risoluzione del contratto di assistenza legale , concluso a suo tempo con lui, per gravi inadempimenti nel corso del mandato espletato; fatti inadempitivi che ovviamente bisogna specificare e, in una eventuale causa, anche provare.

Anonimo ha detto...

Solo oggi a distanza di poco più di tre anni dall'accaduto tra il generale menefreghismo degli attori della vicenda, girando in rete ho trovato questo sito dove poter raccontare la triste esperienza con parenti ed un pseudo avvocato di famiglia ed eventualmente ricevere consigli:
Nel 1998 "finisce" mio suocero dopo due anni da mia suocera, premetto che le mie due cognate con i relativi mariti non se la passano bene sia sentimentalmente che economicamente a differenza di me e la loro sorella, lasciano un cospicuo patrimonio, principalmente, immobiliare, "escono" due testamenti uno di mia suocera ed uno di mio suocero... che favoriscono principalmente due sorelle su tre, anzi non vengono menzionati due fabbricati già intestati a loro due ed una "stanza" (ho scritto bene: STANZA) di uno scantinato di mia moglie, il tutto viene affidato a notai, immobiliaristi e avvocati di conoscenza della famiglia di mia moglie e del mio ex cognato (attualmente una delle due mie cognate è separata) per motivi di quiete vivere e nonostante alcuni accenni di ribellione mia moglie, all'epoca era anche in attesa, ha accettato l'eredità, ma personalmente e grazie ad un mio carissimo avvocato tributarista, sapevo che le cose non erano state fatte bene. Non se ne parla più fino al 2006 anno in cui le mie cognate decidono di vendere una fetta di terreno circostante la villa d'Ischia (si rivelerà almeno per noi... parzialmente edificabile) a loro pervenuta nel testamento e occultato nel conteggio a mia moglie! Solo da un quarto di terreno ricavano € 200.000 che apprenderemo solo due anni più tardi... Nel 2008 trovano un acquirente ed effettuano un compromesso per l'alienazione totale della villa, evito le cifre, ma immaginerete..., affidandosi ad un AVVOCATO da trent'anni AMICO e LEGALE della mia famiglia, e qui viene il bello! il notaio dell'acquirente scopre che per un vizio delle successioni (comunione dei beni dei coniugi non evidenziata), un 11% della villa spetta anche a mia moglie, anzi addirittura è stata occultata anche nella vendita del terreno precedente. Per non portarle per le lunghe... vengono chieste a mia moglie documenti e informazioni senza mai fargli accenno a nessun atto di vendita fino al giorno prima dell'atto definitivo, quando vengo convocato nello studio del "MIO" AVVOCATO che mi comunica che se il giorno dopo mia moglie non firma le mie cognate rischiano di finire in guai seri! Mi sottopone la sera tardi un scrittura privata a mezzo e-mail (l'unico manoscritto che leggiamo e vediamo prima di esigere mesi dopo l'atto firmato da mia moglie!) che conservo gelosamente con data, ora e allegato di ricezione. In questa scrittura si evince che mia moglie non percepirà e non potrà esigere nulla dai proventi della vendita della villa e in compenso le sorelle rinunceranno alla loro quota (5% totali)di un piccolo appartamento ricevuto in successione da mia moglie che l'avvocato afferma di avere lo stesso vizio, la cosa dopo due anni di peripezie tra il mio fidato avvocato tributarista e altri legali si dimostrerà una bufala e non vera poichè in quel caso era tutto regolare. Ovviamente da tre anni io e mia moglie non vediamo più le due sorelle ed il mio ex avvocato che mi ha volutamente truffato e raggirato peraltro senza avere nessun mandato a tal proposito.

Anonimo ha detto...

io voglio fare una denuncia verso truffa di lavoro. Pero io non ho u avvocatto.come si fa la denuncia senza avvocatto. Il stato ci da un avvocatto chi non cé soldi per la spesa di avvocatto ?

Anonimo ha detto...

sono stata vittima di comportamento discriminatorio , e abuso di potere da parte delìente dove io dovevo lavorare , per avere vinto una graduatoria su tutto il territorio umbro,ci tengo a prescisare che non era un concorso per titoli, ma la graduatoria stata fata negli uffici di collocamento di foligno e perugia, di cui ero la prima in graduatoria, ma la comissione mi a ritenuto non idonea per fare op centralista, non credo che esistono scuole e diploma da centralinista, dal momento che nella domanda chiedevono , scuola del'oblic e dununcia ise.ho denunciato alla procura di perugia , ma anno archiviato,...posso fare la denuncia al tribunale europeu dei diritti umani?carlatironi@alice.it

Anonimo ha detto...

Non riesco a trovare non solo un avvocato che denunci penalmente e all'ordione un'altro avvocato ma neanche chi mi coregga la denuncia scritta da me personalmente almeno per non intercorrere in una denuncia per diffamazione. Durante un interrogatorio di una persona da me denunciata ha fatto riaprire il verbale per far notare una cosa falsa con tanto di prove
schizzo2001@tiscali.it

Anonimo ha detto...

Sarebbe utile che nei vs. interventi specificate la provincia o la citta' dove ha luogo la causa. Per esperienza personale io ho gia' dichiarata guerra ai quei buffoni di Roma, all'Ordine degli Avvocati di Roma, che non rispondono mai. A breve avrete un resoconto degli avvenimenti. In sostanze le persone coinvolte finora sono 3 avvocati di Roma ed ovviamente un giudice (evidentemente o incompetente o corrotto). Il primo e' un mio creditore, infatti ha deciso di non pagare una fattura, senza mai opporsi per iscritto. Il secondo e' l'avvocato che mi ha rappresentato che guardacaso 15 gg. prima dell'udienza mi ha lasciato per strada, il terzo invece ha preso il caso senza dare una dovuta attenzione, scaricando ora le colpe sul primo avvocato. Questa gentaglia va eliminata dalla faccia della terra, non hanno ne' senso civico, ne co...ni per denuciare delle ovvie ingiustizie. E' un magna magna tra avvocati, giudici, cancellieri, segretari, Unitevi e combattiamo contro questo schifo.

Anonimo ha detto...

si avete ragione si devono denunciare tutti gli avvocati!!!!perchè sono tutti criminali

Anonimo ha detto...

Avvocati e giudici son due categorie di arrivisti nullafacenti e pure incopenti e tutto il sistema è strutturato in modo da allungare all'infinito i procedimenti così da spolpare il cittadino onesto che cerca giustizia e farlo desistere....

Anonimo ha detto...

hai avuto risposta

Anonimo ha detto...

buon giorno a tutti visto che sono confusa o bisognio di un vostro consiglio,mio marito il giorno 5 genaio 2012 e stato arestato con l'acusa dei art.337-e 612 cp dve invece se il nostro caro avv.si faceva il su lavoro questo non sucedeva perche mio marito non a tocato nesuno dei publici oficiali visto che era incatenato e a tera che si prendeva i calci da per tutto il corpo dai carabinieri unica cosa che a potuto fare e di sputare uno di loro ,ma il avv se avese portati testimoni in tribunale e il certificato medico penso che tutto guesto non acadeva ,ma lui che cosa a fatto prima fatto richesta per aresti domiciliari fino all proceso e poi quando e stata la sentenza lui a pategiato per 10 mesi di reclusione in carcere perche era piu comodo per lui non avere mio marito frai piedi ,che cosi lui mi poteva avere sempre quando lui vuoleva !!vi spiego meglio a parte che per tutto questo lo anche pagato con i soldi fin adeso 400 euro ma si permiteva sempre di abusare de la mia malatia psihica e dell stato emotivo per potermi portare a letto qanndo lui vuoleva .io per avere una risposta da lui o per sapere se a mandato le pratiche all gidice prima dovevo fare il "fax" come i diceva lui in parola codificata ,cio'e dovevo andare a letto con lui fino o avutto il coragio di racontare tutto a la mia psicologa e mia aiutata a caprire che mi sta usando e mi rovina psicologicamente che io acetavo solo per far uscire mio marito fuori e perche non avevo mezzi economici per pagarlo ma adeso qando io detto di smeterla di molestarmi che si permeteva di chemarmi quasi tutti giorni ,e io detto se non si fa il suo lavoro e di lasciarmi in pace che lo denuncio sapete che mia risposto "penso che è uno scherzzo no !o voi finire in galera " e io non o piu pace da quando me la detto !, lui si puo permetere di aprofitare di me quando vuole e quando i piace invece io non posso fare nulla conto di lui che le uniche porove che avrei son le convesazione telefoniche dove mi molestava quasi tutti giorni e dove a detto pure che per fare uscire mio marito ai domiciliari a duvto fare il "FAX"con il giudice che doveva acettare la richesta e che era pure bruta per i suoi gusti ,.Ma quello che voglio sapere se si poteva fare altrimete invece di pategiare o sentito che si poteva fare appello a e mandarlo in casazione se cosi per favore datemi una risposta che io non cela facio piu visto che sono rimasta sola con due figli a carico dei anni 5 e 3 e senza un lavoro e anche con una letera di sfrato e se poso denunciarlo sto figlio ......che mia rovignato la vita a me e a mia famiglia atendo una vostra risposta per favore ..

Anonimo ha detto...

Posso confermare che di avvocati incapaci e corrotti ce ne sono, ma anche di medici legali corrotti dalle assicurazioni,tutto un miscuglio, e parlo per esperienza.
Ho avuto un incidente stradale causato da un pirata della strada mentre mi recavo a lavoro in bici,riportando una frattura dell'omero destro spalla; anno >2006.Nel frattempo ho avuto due avvocati,il primo lo cambiai perche' prendeva le cose troppo alla lunga...il secondo anche dal forum di Palermo, mi fece aquistare fiducia fino al punto di farmi accettare dei soldi che ne per me e ne per lui andavano bene,visto il mio danno; X me è stata una beffa perchè questo secondo avvocato mi fece prendere dei soldi d'all'assicurazione dicendomi chiaramente che poi mi potevo appellare, io visto la sua serietà accettai, ma sempre perchè questo avvocato mi rassicurava con il suo parlare sicuro, ma dopo aver incassato l'assegno mi fece perdere di presentare l'appello,un appello che mi spettava detto anche da altri avvocati.Ancora oggi combatto per avere GIUSTIZIA perchè ho perso il lavoro ho perso anni della mia vita, mi ritrovo una spalla che non mi fà muovere il braccio perchè mi causa dolore,una vita rovinata da gente incompetente! o corrotta! (e senza parola). >Eugenio Pandolfo da PALERMO SiciliaPERCHè CERTE COSE SONO INSOPPORTABILI. fugees1@hotmail.it

Anonimo ha detto...

come devo fare per denunciare un avvocato che ha disertato tre udienze e di non avermi informato della sentenza facendomi cos' condannare al pagamento di 1000,00 euro per la mia assenza. sono stata condannata senza potermi difendere per un reato che non ho commesso
abito a ravenna. grazie anticipatamente per la vostra risposta caterina

Denunce in Rete ha detto...

Anonimo del 25 maggio 2012 13:58, e in generale tutti voi che chiedete risposte: ricordatevi di mettere un vostro contatto mail per poterlo fare, per poter cioè comunicare con voi e scrivervi in privato. Altrimenti, diventa difficile farlo; sia per noi, che per i lettori.

La piattaforma di blogger non è strutturata difatti, come un forum, e anche se ci piacerebbe, al momento non abbiamo ancora trovato il posto adatto per costruirne uno. Speriamo in un futuro prossimo.

Denunce In Rete -

mex de vincentis ha detto...

il tribunale di nola è oggi una sezione operativa gestita dalla camorra locale ke si occupa della vendita all' asta di proprietà depredate dalla camorra stessa in forma di usura... ke dal valore di milioni di euri vengono vendute per quattro soldi... da queste parti la camorra ha un volto politico e amikevole http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DDfoaCxnZjpk%26feature%3Dshare&h=BAQHMWXuU Ne sono vittima... mia madre comprava soldi da un avvocato molto assecondato dal tribunale di nola... notoriamente in contatto con la camorra locale... con sentenze assurde e palesemente ingiuste... il tribunale di Nola oggi mette la nostra casa all' asta... come il nostro tantissimi casi analoghi, basta vedere le numerose aste organizzate dal tribunale di NOLA

Anonimo ha detto...

c'era una simpatica barzelletta. uN tale chiede all'amico come avesse curato un asino il mese prima. Ottiene come risposta "c'haio dato della trementina". Il tale segue il consiglio e l'asino ovviamente muore! Chiede spiegazioni all'amico che gli risponde: anche l'asino mio è morto. La morale? che qui si vorrebbe insegnare a qualcuno, basandosi unicamente sulla propria esperienza personale - PERALTRO FALLIMENTARE - come si dovrebbe querelare o denunziare un giudice od un avvocato.
Già un solo caso positivo sarebbe insufficiente a costituire valida esperienza trasmissibile, ma quando lo si fa, da autodidatti e dopo due simili schiaffoni (se non tre!) diventa grottesco e risibile.

Denunce in Rete ha detto...

e allora fallo te, se ti consideri tanto "superiore".

Se sei tanto in gamba, non ti dovrebbe essere poi così difficile scriverci un bell'articolo.

Ma va là va, che non ne sei capace.. e apprezza un po' di più chi fa le cose per te e gratis.

-

Anonimo ha detto...

non mi serve. Ho uno studio legale tutto mio con 4 avvocati e tre praticanti che fanno bene tutto il lavoro. Lascio a te il co0mpito di insegnare. come si dice? CHI Sà fà, chi non sà.... insegna!

Denunce in Rete ha detto...

Appunto, allora FAI.

Aspettiamo l'articolo.

Saluti -

Frenk Cimarosa ha detto...

PAZZESCO - Il legale cui avevo dato mandato per una causa di lavoro, non a presentato il ricorso  di appello in secondo, grado, non ostante l'avesse pronto, facendomi perdere il diritto alla causa di lavoro  presso Poste Italiane e tutto quello che ne consegue.
Mi sono rivolto ad un legale fuori giurisdizione per ottenere il risarcimento come previsto dal mandato, dopo diverse A/R inviate senza intestazione del legale mantebendosi nell'ombra, comunicando anche al Consiglio Dell'ordine Avvocati competente, nessuno si e  mai degnato di  rispondere, ormai sono passati ben sette mesi, e non intendo perdere tutto.
Vorrei avere raguagli certi su come agire, grazie Maria. 
Ragusa 5 - 8 - 2012

Anonimo ha detto...

PROVO SE VI ARRIVA

Anonimo ha detto...

COME VORREI CHE OGNI AVVOCATO SI CONVERTA

Anonimo ha detto...

Non so se dovrei qui PRESENTARMI ANINIMAMENTE mentre scrivo a tutti i magistrati e avvocati.
Ne cerco da anni uno onesto che mi faccia giustizia per i danni che mi ha causato l´avvocato Stefano Geraci,di Palermo....

...,Complice con amici mi convinse di accettare l´offerta,sul risarcimento della morte di mio figlio,e senza di andare in causa,ACCETTAI L´OFFERTA! perché secondo loro in causa era la stessa cifra.

Oggi,grazie a Dio,scopro che mi fecero evitare di andare in causa per lo scopo di esigersi quelli dell´assicurazione e quelli sopra il NOSTRO assegno, assegnato a mio marito,E ci fece un prezzo che in causa non potevano fare davante il giudice.

E cosí, essendo nell´ignoranza,gli firmammo io e mio marito l´offerta del risarcimento che,secondo interpretazione di alcuni veggenti,l´avvocato ci ridusse la cuota di pagamento per noi.

Quando con mio marito andammo a scuoter la nostra parte,ANCORA ERAVAMO SCIETTICI! Non ne capimmo nulla.Ma mio marito,sospettando,si fece fare la copia dell´assegno,intestato col suo nome,di euro 265 mila.E da lí scopriamo che l´avvocato Geraci ne tiró 50 mila per lui.Poi a parte,gli amici onorari ne vollero altri 7 mila.E in tutto fa 57 mila fregati,sopra il sangue e morte di mio figlio,quale era ereditá nostra,nel dolore della sua morte.E L´AVVOCATO MANGIONE COI SUOI COMPLICI SI ESIGETTE QUELLI NOSTRI E QUELLI DELL´ASSICURAZIONE.Seppi che li pagó l´assicurazione e che ai clienti non si deve far prezzo!! É vietato e illegale!!

Volevamo con questi soldi coronarle un giardino e casa che da vivo desiderava,e ricordarlo vivo nell´anima lá.

Se si difendono che gli firmammo l´offerta,LE SI PUÓ DIRE CHE É OVVIO CHE OGNI CLIENTI INGANNATI FIRMANO! MA DIO POSE UN CODICE SU SALMI 15:5 ove chiarisce che l´estrano non si puó incassare accettando di esigersi il denaro sopra il danna o dolore
e morte altrui.Quindi deve rimborsare al cliente sino all´ultimo centesimo.
Se qualcuno vuole aiutarmi gli lascio qui le date dell´incidente e morte di mio figlio CHRISTIAN PALAZZOLO,nato il 13.10.1980,morto l´8.o8.2oo4.
Indagate cosa combinó L´avvocato Stefano Geraci,Indagate anche presso l´assicurazione di Genova che tace pure e lo sostiene.E chi tace,é complice del ladro.O no?

Io non posso denunciare.Lo spirito mi disse che lo fará un magistrato di Pace,cioé della sua vera giustizia e mi fará giustizia per farmi ottennere di piú.Perché egli uniti ai veri avvocati,é per la vita eterna.Sei tu? Grazie!

Scrivimi presso Maria e Sal. Palazzolo,
AM WEIDENGRABEN Nr.22
-D-47269-Duisburg
Germany

Anonimo ha detto...

Se voi giudici,magistrati e avvocati giusti di Dio, volete farmi giustizia e scrivermi dei chiarimenti,ve ne sarei grata! Io scrivo quello che Dio,lo spirito santo mi riveló e vi giuro su lui che mi é testimone,che vi chiama come santi in prova(Esodo 20:20/Geremia 9:4-7).E se mi disse che c´é denaro che mi deve essere tornato indietro mentre fa tutto lui su i suoi giusti giudici,CI CREDO! Sei te,il giusto giudice o avvocato? Omagistrato?
E,lo spirito santo di Dio MI DISSE PURE DI NON DENUNCIARE PERCHÉ É TUTTO NELLE SUE MANI MENTRE PROVA A VOI versati nella legge,se vero sapete fare la legge. Vi prova se sapete farmi giustizia. Vi prova se mi credete e se agite di andare ad indagare all´assicurazione di Genova.E scoprirmi il perché Stefano Geraci non vuole spedirmi la quietanza di quanto spettava a mia figlia e quanto a lui.

Mi ignoccoló che l´assicurazione gli assegnó 50 mila.E allora perché non vuole spedirmi l´importo?? E ai suoi onorari spettava anche a me di dargli altro denaro a parte? Gli scrissi LETTERE E letterone fra amici, e all´assicurazione di Genova pure.MA NON RISPONDONO!

Cosa c´é da fare? Dio vuole che questo denaro mi deve essere restituito.Perché debbo coronare il desiderio di mio figlio e manca denaro.Il danno é che per 4 anni taciono e questo monumento non l´ho potuto fare...Manca denaro.Se qualche lettore vuole approfondire questa vicenda di veritá,Chiami il sito:CHIEDO GIUSTIZIA PER IL DANNO CHE MI HA CAUSATO IL MIO AVVOCATO."

Lí c´é la stessa mia vicenda,ove dico che Dio per ora non vuole che denuncio perché prova ai giudici e avvocati lettori.Che se sono veri suoi avvocati onesti,mi fan giustizia e rispondano PRIVATAMENTE IN CASA.
LA BENEDIZIONE DI DIO SCENDA SU DI VOI E VI FACCIA AGIRE BENE IN MIO AIUTO.Ciao.
Maria Palazzolo

Anonimo ha detto...

Salve vorrei essere aiutata e consigliata (non sempre solo con soldi) avvovati dei piccoli paesi che non svolgono il loro lavoro onestamente dove possiamo inviare le nostre opinioni belle o brutte che siano...grazie a chi mi risponderà io nel mio piccolo cerco di aiutare le persone in difficoltà..

Anonimo ha detto...

avvocati E magistrati di SIRACUSA NoN FANNO IL loro mestiere .. forze dell'ordine di LENTINI NN ALTRO CHE CRIMINALI A STRETTO CONTATTO CON la MaLAVITa ,QUINDI COPERTURE ,FAVOREGGIAMENTI ECC.. E AD ANDARE IN CARCERE CHI è? GRAZIE A QUESTE MENTI MALATE A RIMETTERCI SONO I RAGAZZINI LA GENTE DEBOLE E I RIBELLI CHE dicono chi è questa gente urlando perche' sono stufi delle ingiustizie che vengono fatte a persone che nn c'entrano nulla e magari solo per avergli detto in faccia che sono dei mafiosi schifosi. la gente a lentini denuncia da 20 anni ma nessuno mai fa niente !!! carcere carcere carcere ..... perfavore rispondete .grazie. un saluto

Anonimo ha detto...

non serve a nulla questo sito... non ti rispondera' mai nessuno... magari e' solo un modo per farti avere + problemi (intercettato)

Anonimo ha detto...

Perchè bisogna avere paura? forse quello che denuncia questo sito ha una qualche rispondenza? io penso che siamo in uno stato libero e se qualche mascalzzone pensa di poter fare il mafioso pagato e protetto dalla veste che porta è giusto smascheralo.

Anonimo ha detto...

Chiedo un serio aiuto su accadimenti che non trovo spiegazione nella legalita?
Chiedo aiuto ad un avvocato che poi tace nei processi e rimanda il giudice ad altra udienza-e sebbene avesse documentazione da poter disporre e rispondere...( che all'inizio diceva che poteva bastare ed era sufficiente)...chiedo spiegazioni di questi fatti e continua a rispondermi che non e' necessario che io mi presenti al processo......alla fine dopo mia insitenza mi manda lettera dicendo che il rapporto si e' interrotto per mancanza di mia fiducia ....gli mando ulteriori suoi errori.....ma nulla....
Secondo caso con altro avvocato di zona . pago in anticipo un ho il foglio suo con sua firma in cui c''e scritto nulla e' piu' dovuto...ora mi manda una richiesta di pagamento assurda mediante fattura.,.....COSA FACCIO SAPENDO CHE LORO SI GIUSTIFICANO SEMPRE?Hanno anche qui ragione?...chiedo ad un avvocato in anonimato di difendermi con una lettera che portero'io....nulla da fare.,...pagando anche in anticipo ..ora mi trovo che non ha scritto nulla.....

Altro caso sempre con lo stesso avvocato: spedice una lettera di diffida a un persona disonesta e mi chiede 850 euro.....ma e' tutto lecito?
e logico?
Altro caso sempre con lo stesso avvocato avevo affidato tutto : consegno per il testamento i documnti fatti gia' da commercilista geometra e periti epr la valutazione degli immobili da dividere con altri eredi....nel testamento c'e' scritto che mio padre affida il compito al geo. C. che aveva fatto le sue valutazioni a suo tempo( tre anni fa') degli immobili.che sono poi rimasti tali fino all'accettazione da parte di tutti............Questo avvocato HA VALUTATO A SUO MODO SENZA CONSULENZE ESTERNE MA CHE POTRA' DIMOSTRALE FALSIFICANDOLE....COME VUOLE.....SCRIVENDO AI MIEI FRATELLI una unica lettera generica.....con i suoi valori, una lettera che non dice nulla, attendo pochi mesi.....e dico basta ....dico che faccio da solo....MI CHIEDE 6500 euro su un lavoro mai svolto.....TUTTO E' AMMESSO...'? chiedo se qualcheduno puo' consigliarmi in merito....grazie e se si se posso rivolgermi e come all'ordine sapendo benismmo che e' di parte....................

Anonimo ha detto...

Altro caso: chiedo all'avv. se puo' farmi una cortesia di farmi spedire da un suo collega in quella procura dei documenti processuali..dando tutti i doceumnti per ottenerli.......dice di si e che mi fa' una cortesia......alla fine arrivano i miei documenti...............mi chiede 900 euro...E' TUTTO LECITO.....NORMALE?....CHIEDO AIUTO...

Anonimo ha detto...

Fino a fine 2011 ero titolare di una ditta individuale di informatica , nel luglio del 2011 ho richiesto ad una società una stampante per le etichette dei prelievi per la Misericordia locale, mi hanno proposto di mandarla in prova 30 giorni. Io ho effettuato delle prove che mi hanno dimostrato che la stampante non era adatta per il software di stampa. Ho rispedito entro la scadenza del periodo di prova la stampante con pacco tracciato da poste italiane. Ho controllato che il pacco è stato consegnato. Dopo alcuni mesi mi è stato riferito dalla societè che la stampante non è mai arrivata e che non si trova io invio i dati del tracking . Ma successivamente mi viene inviata la fattura che non pago. A fine novembre 2012 mi arriva il decreto ingiuntivo per fattura non pagata. Mi rivolgo ad un legale che prepara l'opposizione e su mia proposta mi manda a consegnarlo presso il tribunale che ha emesso il decreto in un altra regione d'italia. In questi uuffici vengo indotto in errore e invece di fare la notifica con l'ufficiale giudiziario mi fanno iscrivere la causa a ruolo. L'avvocato non ha più voluto difendermi e adesso mi ritrovo l'atto di precetto perchè l opposizione non è stata notificata. Posso chiedere all'avvocato il rimborso dei danni tramite la sua assicurazione visto che laresponsabilità professionale è la sua e non doveva fare consegnare a me i documenti per la notifica? Oppure cosa è meglio fare ? grazie

Anonimo ha detto...

Salve!sono disperato, non so che fare. In una causa di separazione, mio avvocato (pagato), mia consigliato di firmare la separazione consensuale dove io devo pagare le utenze domestiche di ex.La moglie se innamorata di un altro, se ne andata x 2 anni, puoi e tornata come niente non fosse. Lei a 2 case di proprietà (una in bene comune), abiamo deciso che io rimango in casa ché e anche mia, aiutandola.Avv. a detto che questa cosa poteva essere cambiata. Ora mi trovo in affitto (400) €, pago mantenimento (400) €,× figlio 250 €, el le sue bollette, guadagno 1400 €(mese).Avv. dopo aver fatto un bel danno mia consigliato un collega sua , che pagò altri soldi, e non risolve niente.Cosa posso fare? Farmi arrestare? Grazie!

Anonimo ha detto...

Ad un avvocato che mi assisteva, presento un mio parente con il quale facciamo causa insieme contro ad una persona. Ora quel mio parente mi fa causa per motivi banali (solite questioni di eredità...) e il mio avvocato diventa l'avvocato del mio parente contro di me. Chiaro che questo avvocato sa tutto della mia vita e ne è avvantaggiato... Capito che deontologia c'è fra gli avvocati di Verona?

Francesco Costa ha detto...

La mia vicenda di avvocatura e tribunale viscida e odiosa e' questa nel 2008 ho conosciuto un avvocato,dopo averni girati una 30ntina,che decise di aiutarmi a difendermi contro lasociazione a delinquere S.S.N.,o per meglio dire asl 1 di massa carrara,per un grave caso di mala sanita' e colpa professionale medica,il povero avvocato si e visto 18 avvocati contro di lui,che al mio posto invece di trvare un buon deterrente,si e' arreso alle ricerche probatorie,in mia difesa lasciando che i principini del foro mi riducessero da parte lesa a parte soccombente,il tutto con l'aiuto del giudice parziale che non ha fatto altro che favorire chi mi ha recato offesa,seza un minimo di ritegno,ho considerazione,chiaramente il mio avvocato mi ha detto che c'e' sempre un'appello da fare ma sara' uno spreco di tempo perche' se non mi ha aiutato a casa sua figuriamoci poi in appello che sta' ha genova.QUI SI STA DIMENTICANDO E VIOLANDO TUTTI I CRITERI E VOCAZIONI SULLA DEONTOLOGIA FORENSE,E IL POVERO CRISTO NON SOLO E' STATO STROPPIATO A VITA DA MEDICI DELINQUENTI,MA NON HA NEMMENO AVUTO UN RISARCIMENTO PER POTERSI CURARE,ECCO LA RELTA' DELLE CAUSE CIVILI DI MASSA.

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti. Spero di non ricevere troppe maledizioni dicendo che sono avvocato...
Ho letto con estremo interesse quanto riportato in questo sito e a malincuore mi trovo a condividere quanto emerso sulla "impreparazione ed amoralità" di molti colleghi. Spesso queste caratteristiche contraddistinguono anche parecchi magistrati (pm e giudici).
In Italia è deleterio finire nella macchina della giustizia, ma lo è anche lavorarvi... vi assicuro. Ad ogni udienza incontro avvocati come sopra descritti: impreparati ed arroganti. Chissà perchè sono proprio loro a fare strada!!!

Anonimo ha detto...

salve sono hasna hamdi oregenaria marocchina cittadina italiana molglie di s.gilardi giorgio era socio con3sui fratelli hanno custuruito 6appartamenti e per colpa di un avvocato corrotto abbiamo subito lo sfratto e abbiamo cambiato avvocato ma essendo del stesso foro mio marito le stato negato il diritto e haperso la casa vorrie per favore di aiutarci abbiamo 4figlie minori siamo dannegiate moralmente e nessuno ce da ascolto .mio recapeto 3283539566 garbagnate monastero lecco .il 10.06.13 arriva l.officiale giud. vi prego di aiutarci siamo disperati e non vorrie che la nostra disperazioni ce porta a fare pazzie non possiamo piu grazie

Angela Del Sorbo ha detto...

Buongiorno..qualcuno sa darmi una direttiva su come denunciare un avvocato al quale non ho firmato nessun mandato ma ho chiesto solo info per inviarmi una lettera per spaventare il mio vicino di casa a causa del continuo abbaiare del suo cane. Mi ha chiesto 1500 euro . Poi mi ha mandato delle mail di minaccia se non pagavo e ora mi ha citato in udienza per novembre 2013. Lo posso denunciare ai carabinieri in quanto gli ho detto di non inviarmi la lettera dato che sbagliando aimè il preventivo me l ha fatto dopo..lui intanto si è fatto fotocopia dei miei docum c. Id e cod fisc. Cosa posso fare per questa ingiustizia. La lettera non è mai stata inviata e lui non ha fatto niente per me se non parlarmi al tel cercando di convincermi ad agire in quanto io ero dubbiosa sul fatto di procedere a scriv la lettera. Ringrazio per chiunque mi dia un consiglio.

Anonimo ha detto...

Visti i tanti imbroglioni, perchè non fare nomi di Avvocati onesti?

Anonimo ha detto...

In sostanza per una FALSA TESTIMONIANZA, in cui si può opporre solo lo stato, come si può evitare che venga rchiviato?

Anonimo ha detto...

IL MIO PROBBLEMA è CHE IL MIO AVV. NN HA INTERROTO UNA PRESCRIZIONE FACCENDOMI PERDERE 60 MILA EURO E ORA VOGLIUO DA LUI IL RISARCIMENTO DANNI MA NN SO COME FARE, QUALCUN O PUO DARMI UN'IDEA O A CHI MI DEBBO RIVOLGERE???
GRAZIE.

Anonimo ha detto...

Sono stato autorizzato al patrocinio a spese dello Stato per impugnare in Appello una causa di lavoro.Scelto l'avvocato iscritto alle apposite liste deposito l'atto e attendo 3 anni per l'udienza di discussione dell'appello.Pochi giorni prima l'udienza l'avvocato mi informa che ha contattata la controparte questa non vuole discutere l'appello.Rispondo che a me non frega niente di ciò che vuole la controparte e che avendo io perso il primo grado voglio fare l'udienza di discussione.La sera prima dell'udienza mi informa che non sarà presente in udienza e manda un collega che fa mettere al verbale di causa che è stato informato della sostituzione solo la sera prima e che non sa nulla dei fatti di causa e di Appello.
Perdo l'Appello e vengo condannato alle spese (5000 euro).
Cosa posso fare all'avvocato che non si è presentato in udienza oltre che denunciarlo all'Ordine di appartenenza? Lui cosa rischia ?

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
in aprile mio marito ha vinto una causa contro ingiusto licenziamento perpetrato dalla FIAT ai danni di 10 dipendenti. Sono seguite altre vittorie civili. Il fatto è però che l'avvocato da noi incaricato ha mantenuto per tutto il tempo delle udienze uno strano quanto inutile comportamento. Tutto è andato bene sino all'inizio delle udienze, a quel punto si è trasformato, addirittura tentando di spingere mio marito (con una serie di intimidazioni e terrorismo vario) a lasciar perdere dal continuare. Io non ho ceduto. Ho insistito perché come innocente potesse ottenere giustizia, ho avuto i filmati richiesti, li ho studiati, analizzati e ne ho scritto un rapporto utile a tutti i ricorrenti. Inoltre ho lavorato per produrre prove, attraverso indagini sugli accusatori e sugli eventi realmente accaduti. Ho smosso i colleghi interni all'azienda, i quali mi hanno aiutata moltissimo. Nonostante questo il nostro avvocato ha continuato con questo atteggiamento distaccato, impedendo a mio marito di produrre le prove durante i contraddittori, sinché lui, svincolandosi dall'avvocato, ha iniziato un rapporto personale con il giudice. Abbiamo prodotto le prove da me trovate, il lavoro estrapolato dai filmati e così si è difeso benissimo. Persino un altro avvocato consultato ha detto a questo che sbagliava tattica, ma niente da fare, ha continuato con un mutismo assoluto quando c'era da parlare ed una totale incomunicabilità con noi suoi assistiti. Il giorno dell'arringa io ero in aula. Drammatico!! L'arringa del nostro avvocato è stata del tutto inutile e quasi a favore della controparte. Il giudice, accorgendosi dei nostri sguardi basiti l'ha interrotto chiedendogli dove volesse andare a parare con quelle stupidaggini che "sembravano affermare la colpevolezza del suo assistito". Il giudice, pensate, il giudice l'ha interrotto! Io l'avrei ammazzato. Ci incontriamo nel suo studio qualche sera dopo e ci comunica di non voler procedere contro gli accusatori perché "potrebbero averlo fatto in buona fede". Trattenendomi dal dirgli ciò che lui sperava, ma che non affermerò mai, decido con mio marito di cambiare legale, anche perché c'è ancora un penale da risolvere. Persino il nuovo avvocato ci ha confermato i nostri sospetti ed idee. Nonostante ciò questo pretende, oltre alla cifra già percepita e a mio avviso sufficiente al nulla da lui fatto, un saldo che non aveva neppure preventivato. I soldi che ha chiesto alla controparte a me servono per il nuovo avvocato. Non sono una che non paga il giusto, ma se un muratore mi rovina il pavimento anziché fare il lavoro richiesto, io non lo saldo. Perché dovrei saldare un avvocato che ci ha lavorato contro? Ed il lavoro svolto da me allora? Avrebbe dovuto farlo lui, non io, quindi me lo detraggo.

Anonimo ha detto...

Racconto una storia di ordinaria ingiustizia e vi chiedo se un esposto in Procura potrebbe aprire un'inchiesta. 12 anni fa effettuo una mastoplastica additiva effettuata dal dott. Xxxxxx presidente dell'associazione dei chirughi plastici. Firmo un consenso in maniera frettolosa. Mi viene detto che le protesi sono di ultima generazione. Non mi viene detto che cosa impiantano nè dato nessun documento a riguardo. Risultato 5 operazioni. Le protesi provocano infezioni e subisco oltre 5 mesi di antibiotici giornalieri in dosi massicce operazioni per ogni protesi di rimozione e innesto.A 30 anni per oltre un anno sono devastata nel fisico e questo ha forti ripercussioni sulla mia vita privata. Un seno che subisce questo intervento è orribile da vedere. Nello stesso anno del primo intervento scoppia lo scandalo delle protesi pip, molto economiche ma cancerogene e che si rompono facilmente. Pago oltre il primo intervento nuovamente protesi nuove e sala operatoria. Dopo 7 anni ho una bimba. Dopo neanche un mese di allattamento si presenta un ascesso dove mi hanno tagliata 3 volte nello stesso punto. Allattamento interrotto e devastante anche qui perché mia figlia voleva solo il mio seno dimagrisce e non mangia. Nella mia testa ancora quel pianto continuo e devastante. Mesi di casini enormi per questo. Decido di andare da un'avvocato. Perzia di medico legale fatta da due super tecnici conosciuti valida. Nel giidizio la controparte assolda il primario del reparto dove lavora il mio medico legale. Il mio avvocato mi dice chequesto non ha peso. Perito del tribunale stila una perizia a stra favore loro presentata in modo da non lasciarci tempo di manovra. Il mio avvocato dice che è meglio chiudere la causa il giudice non ci darebbe ragione e in piú devo pagare una montagna di soldi alla controparte pari quasi ad un mio anno di stipendio part time. Il perito del tribunale ha fatto una perizia dove da la certezza che non ha colpe. Magicamente in questa perizia compare il nome delle protesi che sono sperimentali ma le migliori sul mercato di quel momento. Questa info ricordo che non c'è mai stata fornita. E' sicuramente un falso. Adesso io voglio dire alle parti che posso pure pedere la causa ma che farò denuncia di tutte le cose poco trasparenti in Procura.

Anonimo ha detto...

Scusate il perito del tribunale indica delle pritesi che non sono sperimentali. Il chirurgo ha fatto su me un espermento ma adesso cambia la versione. Il perito del tribunale fa una perzia di parte. E' stato corrotto. Secondo voi vale la pena di denunciare il tutto in procura?

Anonimo ha detto...

vorrei chiedere una informazione in una udiensza di separazione davanti al giudice io con il mio avvocato il giudice puo dire al mio avvocato lei stia zitto altrimenti la faccio uscire io mi cìhiedo allora a che serve andare con l'avvocato se poi non lo fanno parlare e un contro senso potrei sapere se e giusto

Anonimo ha detto...

succede a grosseto che un avvocato donna invece di cercare in una separazione di mettere in serio accordo i coniugi FUMENTA risse e calunnie a scapito della figlia .
questo avvocato dovrebbe cambiare mestiere.
ci vuole serieta' professionale.

Anonimo ha detto...

COSA DIRE DUN GIUDICE CHE ALLA VITTIMA DICE tu non conti niente ..io faccio quello che voglio e nessuno mi pu0' fare niente ...le mie decisioni sono inappellabili INSINDACABILI...e se ne parli con qualcuno te la faccio pagare....SONO ANDATA DAI CARABINIERI A DENUNCIARE L'ABUSO ...E SONO STATA DERISA E MINACCIATA DI FARMI FARE LA CURA OBBLIGATORIA DALL'IGIENE MENTALE..lo stolcheraggio non è solo in alcuni fondamentali pieghe della giustizia ma nellimpossibilità di giustizia se un giudice minaccia le vittime e le depreda della dignità e della giustizia ...a chi dobbiamo rivolgerci noi che siamo poveri e onesti?????che dire se si metteva in dubbio la mia sanità mentale????e per mia fortuna parlando con un perito del tribunale ...uno psichiatra ...dichiarava senza gli fosse stato richiesto la lampante dichiarazione della stessa...insomma con velate parole di detto ma mai fatto si faceva comprendere che il problema ero io...ed il mio legale ed io comprendiamo al volo che poteva succedere anche a me ...(come per mia sorella) il dichiararmi non in grado d'intendere e di volere...come era successo a lei....ma solo quando si è presentata con un legale che doveva difenderla....ma che non l'à fatto....se c'è unmodo davere giustizia ...COME??????? .

Anonimo ha detto...

egregi signori, nel 1989 vado in causa, per la mia azienda, giro d'affare 1 600 000, azienda conduzione famigliare, subentra un custode amministratore, con mio fratello, distruggono, truffano un assicurazione, con un incendio, ho fatto una denuncia penale, la finanza, trova 950 000 sui conti c. di mio fratello, sono stati condannatitutti con 1,4 anni il liquidatore incassa 200 000 euro e non ci vuole liquidare, avvocato nostro e' passato dall'altra parte, amministratore condannato, sta vendendo la casa di miadre, io vivo nel mio vecchio ufficio, senza acqua corrente, con mia madre ammalata, siamo molto disperati, distrutti psicologicamente tutto e cucesso a lecce, vi prego di mettersi in contatto con me grazie mia madre vive senza ricaldamento e siamo senza soldi abbiamo bisogno di aiuto

Cordiali saluti,
michele | migiblecce@gmail.com

Anonimo ha detto...

Mamma mia quanti matti, poveri avvocati..!

Cristina Chry ha detto...

Il mio Avvocato ha pensato bene di darmi notizia della richiesta di archiviazione della mia querela dieci giorni dopo... io avevo 10 giorni di tempo per presentare opposizione...! Io naturalmente l'ho già pagato... oltre il danno la beffa... andiamo bene!!! Attendo risposta dall'Ordine in merito...vediamo

Anonimo ha detto...

il mio avvocato,dopo circa 18 mesi non ha mai ottemperato alle mie giuste richieste:un preventivo di massima,darmi tutte le copie dei dei verbali che mi ha fatto firmare,darmi le copie dei verbali delle decisioni dei Giudici,darmi le copie dei documenti che egli dice di aver presentato, DARMI LA COPIA DEL VERBALE DELLA MIA SEPARAZIONE,della quale non conosco la data (circa un anno fa')e non conosco l'esito del Giudizio,DARMI LE FATTURE DEI SOLDI CHE RIPETUTAMENTE MI CHIEDE E CHE HA RICEVUTO: CONTANTI e ASSEGNI.Tutte le mie richieste sono state fatte ripetutamente a voce,per iscritto e davanti a testimoni, ma alla data odierna non hanno avuto nessuna risposta,sono in possesso di un silo BIGLIETTO DA VISITA e TANTA AMAREZZA per QUESTO COMPORTAMENTO MOLTO " DEONTOLOGICO ". Giovanni

Anonimo ha detto...

salve , dopo aver perso una causa di primo grado"servitu di passaggio sul mio resede privato"mi rivolgo ad un secondo avvocato ,il quale dopo aver preso visione di tutta la questione scrive una lettera non producibile all'avv della controparte intimandoli di attendere tranquillamente l'appello (che nel frattempo avevo intrapreso) senza fare altre azioni.Questa lettera (ed è qui il nodo) la consegna anche a me. La lettera rileva delle falsita' riscontrate nella perizia effettuata dal ctu nel primo grado (documentate)di giudizio, inoltre i titoli della controparte illeggibili e non riferibili al luogo oggetto di causa. Intima quindi alla controparte che se insistono li avrebbe denunciati ad altra giustizia.Orbene tutto questo non è stato fatto ,ma è stato consentito alla controparte di andare avanti indisturbata fino ad essere ricondannato dal tribunale di primo grado. Per motivi di spazio non vi sto' a dire tutta la storia che è veramente paradossale.vorrei solamente sapere cosa posso fare in questo caso?posso denunciare questo zelante avvocato? che invece di difendere i clienti li fa' ricondannare?che poi a anche avuto la faccia tosta di chiedermi 13000euro , e glieli ho dovuti anche dare perche mi ha mandato l'ingiunzione del tribunale. Come mai in italia siamo oggetto di questi criminali autorizzati, che si mettono contro dei poveri pensionati indifesi ,oggetto di sfruttamento anche da parte del proprio legale?

Anonimo ha detto...

Scrivo qui, in quanto ho subito un gravissimo e vergognoso torto a conclusione del primo grado di un processo penale che mi vedeva imputato.
La mia vicenda si svolge prima presso il tribunale di Sant'Angelo Dei Lombardi(AV) e di seguito presso il tribunale di Avellino dove il mio processo e tutti gli altri venivano trasferiti in quanto il primo tribunale citato veniva soppresso.Cercherò di essere breve e coinciso, per quanto mi è possibile,data la complessità della vicenda.Sia il giudice che il mio avvocato di fiducia sono di Lioni (AV), posto dove risiedo anch'io ( questo già non andrebbe bene ), durante le prime udienze del mio processo, tentavo più volte di contattare il mio avvocato, sia per avere notizie sull'andamento che per dare informazioni utili,in quanto contemporaneamente al processo penale, svolgevo un altro processo civile che trattava argomenti molto delicati e che vincevo sia in primo che in secondo grado,l'avvocato non ne voleva sapere di avere contatti con me, ovvero, avvolte diceva che aveva il telefono scarico, altre volte non era in ufficio, ma ciò non era vero ,altre volte, semplicemente interrompeva la conversazione senza motivo alcuno,ovvero, aveva altro da fare, insomma, in un modo o nell'altro, non sono mai riuscito a parlare con il mio avvocato, ne di persona ne al telefono, di conseguenza non conoscevo le date delle udienze e venivo dichiarato contumace. Riuscivo a contattarlo e a parlare con lui, solo il giorno prima dell'ultima udienza per prendere accordi per il giorno seguente. In udienza rilasciavo spontanee dichiarazioni,ovviamente il mio avvocato non mi faceva nessuna domanda di con reale interesse alla mia difesa in quel processo, a quel punto il giudice si ritirava per la decisione e si concludeva l'udienza.
Il pomeriggio dello stesso giorno,accompagnavo mio figlio di 8 anni ad un saggio di musica, dove immediatamente notavo la presenza del mio difensore e del giudice che seguiva il mio processo i quali sedevano uno accanto all'altro felici e ridenti intenti a godersi il saggio dei loro rispettivi figli.A distanza di qualche giorno contattavo il mio avvocato il quale chiedevo se conosceva l'esito della mia sentenza che attendevo con ansia, mi riferiva che forse sarei stato condannato ad 1 anno di reclusione, gli chiedevo un appuntamento per l'immediata restituzione del mio fascicolo e togliergli il mandato, il giorno seguente mi contattava e mi dava un appuntamento, non presso il suo studio,ma a casa di mio fratello, appuntamento al quale con stupore mi recavo,durante la conversazione il mio avvocato mi riferiva che aveva parlato con il giudice e che sarei stato condannato ad un anno di reclusione ed il motivo di questa decisione era data da un pregiudizio da parte del giudice nei miei confronti, sia per motivi razziali che per a causa di altri trascorsi con mio fratello, mi diceva inoltre che il giudice aveva rinunciato all'escussione dei miei testimoni e che avrebbe portato a termine la sua premeditata ( e a mio avviso pre accordata ) condanna basandosi solo ed esclusivamente sulla veridicità e genuinità delle dichiarazioni della parte offesa e dei suoi testimoni i quali altri non erano che i suoi genitori, ovvero portatori di interesse alla condanna dell'imputato.L'avvocato aggiungeva che tale comportamento del giudice non era assolutamente giusto,ma insisteva nel dire che mi aveva condannato solo ed esclusivamente perchè mi chiamo G.M. e che ero stato fortunato perchè grazie a lui avevo preso solo un anno, io provvedevo a registrare tutta la conversazione.
Di seguito mi recavo presso il Tribunale di Avellino dove chiedevo la copia integrale del fascicolo con annessa sentenza,atteso qualche giorno tornavo e ritiravo tutta la documentazione e leggevo la sentenza, riscontravo effettivamente che coincideva alla lettera con tutto quello che mi diceva il mio avvocato. Gradirei i vostri pareri qui: nts@hotmail.it

Anonimo ha detto...

Gentili Signori Conosco Bene tutta la Situazione della Corruzione in quanto intentato una causa per Proteggere un Mio Brevetto , e dalla Controparte esiste una Ditta Italiana molto Famosa , e devo Dire che Prima la Procura , e Poi il Tribunale hanno Incaricato Due Diversi Periti , per fare una CTU , e manco Farlo Apposta prima uno e poi l'altro erano entrambi già Collaboratori della Controparte , e in Sostanza si Dovevano astenere dall'Incarico , ma non lo hanno Fatto , all'atto del Giuramento hanno Giurato il Falso , Come Sono State False anche le Relazioni Fatte !!! Questa è Gente Corrotta che ha la Possibilità di entrare nei Tribunali , per Insabbiare i Procedimenti , adesso ho Denunciato questi CTU , e anche i Miei Legali e il Mio CTP , in quanto si Sono Dimessi quando hanno saputo che io avevo Denunciato il CTU , una Cosa Vergognosa !!!! Bastardi Corrotti !!!!!!

jassica ha detto...

Il mio ragazzo mi ha scaricato una settimana fa dopo averlo accusato di vedere qualcun altro e insultarlo. Lo voglio indietro nella mia vita, ma lui rifiuta di avere qualsiasi contatto con me. Ero così confondo e non so cosa fare, così raggiungo a Internet per aiuto e ho visto una testimonianza di come un mago li aiutano a ottenere il loro ex indietro in modo da contattare il mago e spiegare il mio problema per lui e ha gettato un incantesimo per me e mi assicuro di due giorni che il mio ex tornerà a me e alla mia grande sorpresa il secondo giorno il mio ex è venuto a bussare alla mia porta e chiedere perdono. Sono così felice che il mio amore è tornato di nuovo e non solo, siamo in procinto di sposarsi. Ancora una volta grazie DR OJEFOR incantesimo. Sei veramente di talento e dotato. Email: DROJEFORSPELLCASTER@GMAIL.COM è l'unica risposta. Egli può essere di grande aiuto e non voglio fermarlo pubblicazione perché è un uomo meraviglioso .....
egli può risolvere il seguente ......
(1) Se volete che il vostro ex indietro.
(2) se avete sempre brutti sogni.
(3) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio.
(4) Si vuole le donne / gli uomini a correre dopo di te.
(5) Se si desidera un bambino.
(6) Si vuole essere ricco.
(7) Si vuole legare il vostro marito / moglie di essere
tua per sempre.
(8) Se avete bisogno di assistenza finanziaria.
(9) la cura a base di erbe
(10) Se si può essere in grado di soddisfare tua moglie
desiderio sessuale a causa
a basso erraction.
(11) se il vostro ciclo mestruale si rifiutano di venire
il giorno
supporre o dei flussi.
(12) Se il vostro lavoro si rifiutano di pagare le persone,
te a causa ?.
(13) risolvere un problema di terra e tornare indietro.
(14) la tua famiglia Denny voi del vostro
giusto?
(15) Permettere alle persone di ascoltare la mia parola e il mio fare
che.
(16) Avete un basso numero di spermatozoi?
(17) sventure
(18) CURE HIV

Anonimo ha detto...

a dicembre 2013 ho messo un'esposto denuncia alla procura chiedendo di essere informato dell'eventuale archiviazione (art. 408). so' che è stato aperto un fascicolo , (proc. pen. n... mod.45) orbene ad oggi a distanza di 10 mesi non mi è arrivata nessuna notifica di archiviazione . cosa devo pensare? grazie . saluti massimo

Posta un commento

Da oggi puoi commentare anche, al seguente link:
http://denunceinrete.forumfree.it